logo san paolo
mercoledì 23 ottobre 2019
 
dossier
 

1910 - 2010, l'eredità di Madre Teresa

25/08/2010  La santa dei poveri ci ha insegnato che ogni vita è sacra, e più sacra è la vita degli ultimi. Il ricordo di Franca Zambonini, che a lei ha dedicato due libri.

Il sorriso di madre Teresa di Calcutta.
Il sorriso di madre Teresa di Calcutta.

Madre Teresa di Calcutta è nata il 26 agosto 1910, anche se ha sempre indicato come data di nascita il 27, giorno del suo Battesimo. Giorno in meno o giorno in più, cade la ricorrenza 1910-2010. Il centenario viene ricordato in tutto il mondo e riferisco solo l’ultima commemorazione che ho visto: nella cattedrale di Washington sono esposte alcune reliquie, prestate alla diocesi della capitale degli Stati Uniti dalle Missionarie dellaCarità di Calcutta. C’è il rosario che la Madre stringeva quand’è morta, il 5 settembre 1997, c’è il crocifisso che appuntava sul sari. L’oggetto più commovente sono i suoi sandali, deformati dai piedi artritici, consunti da migliaia di chilometri nelle strade della miseria, scoloriti dalla pioggia o dalla calura, risuolati più volte, degni della povertà di san Francesco d’Assisi. Tra i fedeli che sfilavano nella cattedrale, molti dimenticavano la macchina fotografica per unire le mani in preghiera davanti a quei ricordi visibili di una esistenza di sacrificio dedicataai più poveri tra i poveri.

    Ritrovo tra la documentazione che raccolsi per scrivere due libri sulla Madre, La matita di Dio e  , un articolo su di lei, il primo di milioni di altri che negli anni l’hanno raccontata. Sta sulla rivista Katolicke Misije (Missioni cattoliche), quattro foglietti ingialliti in croato, datati dicembre 1928. L’articoletto descrive la partenza di una ragazza verso l’imprevedibile divina avventura cui dedicherà la vita: «Gonxhe Bojaxhiu è un’albanese nativa di Skopje. La chiamata a Dio l’ha sentita al sesto anno del ginnasio. Come san Pietro con le reti, così anche lei ha buttato i suoi libri in nome di Dio. Tutti erano sorpresi, perché era la prima della classe, rispettata da tutti, era l’anima delle donne cattoliche nel coro della chiesa. Si sentiva il vuoto che avrebbe lasciato. Quando è partita da Skopje, sono venute un centinaio di persone a salutarla. Piangevano tutti dalla commozione».

     In quelle poche righe ci sono già i tratti essenziali di una personalità che ha segnato il secolo scorso: l’ammirazione per la diciottenne già prima della classe che rinuncia ai libri per seguire la vocazione, il vuoto che lasciava, il pianto che l’accompagnava. A cent’anni di distanza, cosa resta della santa dei poveri? Resta il suo insegnamento di intransigenza evangelica. Noi andiamo con la corrente, lei andava controcorrente. Noi corriamo dietro alle cose, lei s’è privata di tutto. Noi cerchiamo la sicurezza, lei si è esposta a ogni rischio. Ci ha insegnato che ogni vita è sacra, e più sacra è la vita degli ultimi. Il percorso che ci ha indicato è un cambio del cuore. Riflettere su questa rivoluzione può essereil modo migliore per commemorare Madre Teresa di Calcutta.

Multimedia
Madre Teresa santa, le immagini più belle della canonizzazione
Correlati
I vostri commenti
3
scrivi

Stai visualizzando  dei 3 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    CREDERE
    € 78,00 € 52,80 - 32%
    FELTRO CREATIVO
    € 22,00 € 0,00 - 18%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%