logo san paolo
martedì 16 ottobre 2018
 
CONCISTORO
 

Chiesa sempre più universale: il 29 giugno 14 nuovi cardinali

20/05/2018  C'è il patriarca dei Caldei, l'iracheno Louis Raphaël Sako, che il 4 luglio compirà 70 anni. E c'è l'elemosiniere, il polacco Konrad Krajewski, 54 anni.  C'è il Prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, il gesuita spagnolo Luis Francisco Ladaria Ferrer, 74 anni. E c'è il Sostituto per gli affari generali della Segreteria di Stato, il sardo Giovanni Angelo Becciu, 69 anni. Ma ci sono anche il Vicario generale di Sua Santità per la diocesi di Roma, Angelo De Donatis, 64 anni, e il vescovo dell'Aquila, Giuseppe Petrocchi, 69 anni. Figurano inoltre gli arcivescovi di Karachi, di Osaka e del Madagascar.

Lo ha annunciato al Regina Coeli del giorno di Pentecoste, certo, come ha detto durante l'omelia, che «lo Spirito cambi i cuori e le vicende» umane, segnando la storia. «Sono lieto di annunciare che il 29 giugno, terrò un Concistoro per la nomina di 14 nuovi Cardinali», ha detto papa Francesco: «la loro provenienza esprime l’universalità della Chiesa che continua ad annunciare l’amore misericordioso di Dio a tutti gli uomini della terra». 

Tra i nomi scritti nell'elenco figurano, tra gli altri, quelli  del patriarca dei Caldei, l'iracheno Louis Raphaël Sako, che il 4 luglio compirà 70 anni, e quello dell'elemosiniere, il polacco Konrad Krajewski, 54 anni.  C'è il Prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, il gesuita spagnolo  per la dottrina della fede  Luis Francisco Ladaria Ferrer, 74 anni. E c'è il Sostituto per gli affari generali della Segreteria di Stato, il sardo Giovanni Angelo Becciu, 69 anni. Ma ci sono anche il Vicario generale di Sua Santità per la diocesi di Roma, Angelo De Donatis, 64 anni, e il vescovo dell'Aquila, Giuseppe Petrocchi, 69 anni. Ci sono inoltre un gesuita peruviano (Pedro Barreto) e l'arcivescovo di Toamasina (Madagascar), Desiré Tsarahazana.Ma anche il giapponese Thomas Aquinas Manyo, alla guida dei fedeli di Osaka. 

Ecco la lista completa tratta dal sito vatican.va

1. Sua Beatitudine Louis Raphaël I Sako – Patriarca di Babilonia dei Caldei;

2. S.E. Mons. Luis Ladaria – Prefetto de la Congregazione per la Dottrina della Fede;

3. S.E. Mons. Angelo De Donatis – Vicario Generale di Roma;

4. S.E. Mons. Giovanni Angelo Becciu – Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato e Delegato Speciale presso il Sovrano Militare Ordine di Malta;

5. S.E. Mons. Konrad Krajewski – Elemosiniere Apostolico;

6. S.E. Mons. Joseph Coutts – Arcivescovo di Karachi;

7. S.E. Mons. António dos Santos Marto – Vescovo Leiria-Fátima;

8. S.E. Mons. Pedro Barreto – Arcivescovo di Huancayo;

9. S.E. Mons. Desiré Tsarahazana – Arcivescovo di Toamasina;

10. S.E. Mons. Giuseppe Petrocchi – Arcivescovo de L’Aquila;

11. S.E. Mons. Thomas Aquinas Manyo – Arcivescovo di Osaka.

«Insieme ad essi», ha aggiunto Jorge Mario Bergoglio, «unirò ai membri del Collegio Cardinalizio: un arcivescovo, un vescovo ed un religioso che si sono distinti per il loro servizio a la Chiesa»:

12. S.E. Mons. Sergio Obeso Rivera – Arcivescovo Emerito di Xalapa.

13. S.E. Mons. Toribio Ticona Porco – Prelato Emerito di Corocoro.

14. R.P. Aquilino Bocos Merino – Claretiano.

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo