logo san paolo
martedì 19 marzo 2019
 
I sogni dei bambini
 

Da grande farò il Presidente, per tenere Roma pulita

13/03/2019  Una bambina di 8 anni scrive a Mattarella, e il capo dello Stato risponde

Spesso i sogni delle bambine vanno verso le luci dello spettacolo, la moda, la musica, la danza. Ma c’è anche chi come Emma, bimba romana di 8 anni, aspira a diventare presidente della Repubblica. Lo spirito intraprendente non le manca, tanto da spingerla a scrivere direttamente a Sergio Mattarella per confidarle il suo sogno: « Da grande vorrei fare il presidente della Repubblica, perché vorrei che Roma fosse pulita come Valencia». Abituata a viaggiare con la madre si è accorta della differenza tra la capitale e altre città europee : «Valencia è molto pulita, a terra ci sono solo i semi e le foglie. Roma invece è sporca, inquinata e per terra ci sono impronte di piedi e sigarette. «Tu potresti essere mio nonno, credo che mi capiresti se ti chiedo se un giorno posso venire al Quirinale». ».
La risposta di Mattarella non si è fatta attendere: «Cara Emma, ho ricevuto la tua lettera e ti ringrazio molto. Grazie per il bel pensiero che mi hai inviato e per l’auspicio che Roma, come tutte le città, sia sempre bella e pulita. Ti invio un augurio affettuoso per il tuo futuro».
E chissà che prossimamente non la inviti al Quirinale per conoscerla di persona.

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo