logo san paolo
mercoledì 21 novembre 2018
 
A Sanremo
 

Ecco chi è Salvatore Nicotra, il dipendente modello di Catania ospite a Sanremo

08/02/2017  Ex vicesegretario generale di Catania, 69 anni, in pensione dal 2014 dopo quarant’anni di lavoro senza un solo giorno d’assenza: non ha mai preso malattia e regalato alla città ben 239 giorni di ferie non godute. «È stata», ha detto, «una mia libera scelta, per via del mio approccio spirituale al lavoro»

È un ex dipendente del Comune di Catania e mercoledì sale sul palco dell'Ariston tra gli ospiti del Festival di Sanremo. Salvatore Nicotra, 69 anni, impiegato modello, che il 9 aprile del 2014 è andato in pensione da vicesegretario generale dell'Ente dopo quarant'anni di attività senza un solo giorno d'assenza dal servizio. «Nicotra è un esempio», ha ricordato al Giornale di Sicilia il sindaco Enzo Bianco che il giorno del pensionamento lo ha premiato con la consegna del premio Elefantino d'argento, «ha dedicato la propria vita al lavoro, senza mai prendere un giorno di malattia e regalando alla città ben 239 giorni di ferie non godute. Così com'è giusto denunciare i dipendenti fannulloni che gettano cattiva luce su tutta la pubblica amministrazione, è doveroso elogiare e ringraziare un dirigente che, come Nicotra, ha dedicato la propria vita al lavoro, senza mai prendere un giorno di malattia e regalando alla città ben 239 giorni di ferie non godute».

Suo padre Pietro, 94 anni, aveva anche lui ricevuto dall'Enel, dove aveva lavorato per quarant'anni, una medaglia d'oro perché non aveva mai preso un giorno di malattia. Adesso è ansioso di vedere su Raiuno il figlio, che, andato in pensione, ha potuto dedicare più tempo alla sua passione: il ciclismo.

Laureato in scienze politiche Nicotra ha ricevuto tre encomi solenni anche perché nella sua carriera non ha mai preso un giorno di malattia e regalato alla città ben 239 giorni di ferie non godute. «È stato proprio questo particolare - ha raccontato Nicotra - ad attirare l'attenzione della redazione di Sanremo che, letti i giornali di allora, mi ha contattato. Ho spiegato che era stata una mia libera scelta, per via del mio approccio spirituale al lavoro. Così parteciperò alla seconda serata del Festival portando la mia testimonianza. E dal palco avrò così l'occasione di salutare la mia Catania, il sindaco Bianco, che si è complimentato con me per telefono e lo ringrazio per la sua premura, e tutti i colleghi con i quali ho lavorato».

Multimedia
Dalla vittoria di Francesco Gabbani agli eroi di Rigopiano i momenti più belli del festival
Correlati
Da Rigopiano a Sanremo: gli eroi veri sono quelli che non mollano
Correlati
Dalla vittoria di Francesco Gabbani agli eroi di Rigopiano i momenti più belli del festival
Correlati
I vostri commenti
10
scrivi

Stai visualizzando  dei 10 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo