logo san paolo
sabato 15 dicembre 2018
 
Spiritualità in cammino
 

Francigena, una via dai tanti volti

21/10/2016  Nel film documentario “I volti della Via Francigena”, il regista Fabio Dipinto racconta le storie dei pellegrini e dei volontari che contribuiscono a mantenere in vita uno dei percorsi spirituali più antichi del mondo. Il film intende anche far conoscere un altro punto di vista: quello delle persone che si prendono cura dei pellegrini, pur sapendo che il giorno seguente non li rivedranno più.

Un’umanità varia e multiforme in cammino che, con il cammino stesso, ha intrapreso un profondo e interessante dialogo. A raccontarlo ci ha pensato Fabio Dipinto, il giovane regista di “I volti della Via Francigena” film documentario i cui protagonisti sono i luoghi e le persone che animano da secoli questo affascinante percorso.

Risalgono al IX secolo i primi documenti d'archivio che citano l'esistenza della Francigena, antica via che nel medioevo univa la britannica città di Canterbury a Roma e ai porti della Puglia, riscoperta dai moderni viandanti che si mettono in cammino per milleottocento chilometri, sino a raggiungere Gerusalemme.

Tra gli intervistati figurano lo scrittore e psicoatleta Enrico Brizzi, lo storico Giovanni Caselli, il fondatore del Movimento Lento Alberto Conte, il rettore della Confraternita di San Giacomo di Compostela Paolo Caucci von Saucken e tanti altri.

Il regista ha rappresentato abilmente gli stati d’animo dei protagonisti. Circa quaranta persone hanno raccontato all’autore la loro esperienza, unica e irripetibile, frutto della volontà di sperimentare un itinerario millenario eppure così attuale. Le loro voci si alternano alle immagini dei luoghi incantevoli che quotidianamente si schiudono davanti ai loro occhi: le linee delle montagne valdostane, il verde delle risaie, i colli toscani, sono alcuni esempi di luoghi speciali che conducono dal Colle del Gran San Bernardo sino a Roma.

Il film vuole mettere ancora più in risalto questo affascinante itinerario e farlo conoscere sotto un altro punto di vista: quello delle persone che si prendono cura dei pellegrini pur sapendo che il giorno seguente non li rivedranno più, e con il loro silenzioso operato consentono a viandanti sconosciuti di camminare in totale sicurezza e libertà attraverso i sentieri. I temi di questo docufilm sono tanti e importanti, si va dalla storia all’evoluzione del percorso sino alle spinte spirituali e religiose che portano a compiere il primo passo e infine il grande lavoro svolto lungo la via, capace di mantenerla viva.

IL TRAILER DEL DOCUMENTARIO


Multimedia
La Via di Francesco
Correlati
A Lourdes, cronaca di un cammino
Correlati
La Via di Francesco
Correlati
I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo