logo san paolo
lunedì 18 marzo 2019
 
Vittime del gioco
 

Il caso Baldini e lo spettro della dipendenza

12/11/2014  Marco Baldini lascia il programma radiofonico che conduce con Fiorello. Ha dichiarato che lo fa per motivi personali e si teme una ricaduta nel gioco d'azzardo.

«I miei problemi personali non mi consentono più di essere affidabile. Siccome non sono più in grado di garantire un buon livello di professionalità, preferisco non danneggiare la trasmissione e lasciarla»,  ha dichiarato Marco Baldini che ha così annunciato che lascerà Fuori Programma la trasmissione di Radio Uno per la quale si era riunito con l'amico Fiorello a sei anni dall'ultima puntata di Viva Radio2 e aveva confermato il divertente sodalizio professionale.  «Nessun problema con Rosario e con Radio1. Faccio un passo indietro per rispetto» ha specificato il conduttore dando adito così alle indiscrezioni riguardanti la ricaduta nel tunnel del gioco d'azzardo dipendenza di cui è stato vittima per molti anni e che ha raccontato ne Il giocatore (edizioni Baldini & Castoldi) dove si era messo a nudo raccontando la sua vicenda da cui era stato tratto nel 2008 anche il film “Il Mattino ha l’oro in bocca”.

L'essere riuscito a raccontare la sua vicenda sembrava sintomo positivo del avere finalmente vinto la dipendenza. Ma è di poche settimane fa l'intervista a Il fatto quotidiano dove ha raccontato della sua ricaduta. Parla della separazione volontaria dalla moglie, che ama ancora moltissimo ma da cui si è allontanato per non rovinarle la vita. E spiega di non avere mai realmente superato il grave problema perché «è come quando una persona si rompe un ginocchio, se non lo ingessa non guarisce mai… ». E lui racconta, purtroppo, di non si è mai curato.

«Nessun problema con Rosario e con Radio1. Faccio un passo indietro per rispetto» ha specificato il conduttore dando adito così alle indiscrezioni riguardanti la ricaduta nel tunnel del gioco d'azzardo dipendenza di cui è stato vittima per molti anni e che ha raccontato ne Il giocatore (edizioni Baldini & Castoldi) dove si era messo a nudo raccontando la sua vicenda da cui era stato tratto nel 2008 anche il film “Il Mattino ha l’oro in bocca”.

Il sapere e potere raccontare la sua dipendenza sembrava sintomo positivo del suo essere finalmente uscito dal tunnel. Ma è di poche settimane fa l'intervista a Il fatto quotidiano dove ha raccontato della sua ricaduta. Parla della separazione volontaria dalla moglie, che ama ancora moltissimo ma da cui si è allontanato per non rovinarle la vita. E spiega di non essere mai riuscito realmente a superare la dipendenza perché «è come quando una persona si rompe un ginocchio, se non lo ingessa non guarisce mai… ». E lui racconta, purtroppo, di non essersi mai curato.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo