logo san paolo
martedì 27 giugno 2017
 
Restituzioni
 

Quel meraviglioso crocifisso portato dalla piena

16/03/2017  Torna a Vicenza il Crocifisso della chiesa di Araceli in Cristo Re che viene esposto alle Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari. Secondo una tradizione, il Crocifisso, in legno di pioppo, sarebbe stato rinvenuto a seguito di una rovinosa piena del torrente Astico, nei pressi di Vicenza.

UN PREZIOSO CROCIFISSO LIGNEO DEL DUECENTO  

Torna a Vicenza il Crocifisso della chiesa di Araceli in Cristo Re che fino al 14 maggio 2017 viene esposto alle Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari.

Il restauro è avvenuto nell’ambito della diciassettesima edizione del progetto Restituzioni, il programma di restauri dei beni artistici e architettonici del Paese curato e realizzato da Intesa Sanpaolo e nato proprio a Vicenza nel 1989 su iniziativa della Banca Cattolica del Veneto, oggi confluita nel Gruppo.

Dopo averne curato il restauro ed averlo esposto all’interno della mostra “La bellezza ritrovata” nel 2016 alle Gallerie d’Italia di Piazza Scala a Milano, Intesa Sanpaolo offre l’opportunità di far conoscere al pubblico i risultati raggiunti da un intervento che ha consentito di recuperare una rara testimonianza di scultura lignea del tardo Duecento e di far luce su un periodo sino ad oggi poco indagato della storia e dell’arte del territorio.

Secondo una tradizione, il Crocifisso, in legno di pioppo, sarebbe stato rinvenuto a seguito di una rovinosa piena del torrente Astico, nei pressi di Vicenza. I primi documenti che ne attestano l’esistenza risalgono al Seicento, quando si è andato consolidando il culto verso l’immagine.

L’iniziativa, che restituisce a Vicenza uno dei simboli più significativi del patrimonio artistico e devozionale di area veneta, è svolta in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza e con il Museo Diocesano di Vicenza e gode del patrocinio del Comune di Vicenza.

I vostri commenti
2
scrivi

Stai visualizzando  dei 2 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo