logo san paolo
venerdì 24 novembre 2017
 
 

Sami, 6000 anni di storia e la ricerca di un futuro

30/10/2017  Il progetto Imago Mundi della Fondazione Benetton questa volta si concentra su una comunità le cui radici e le prime attestazioni di insediamenti in Scandinavia sono antichissime. Un popolo indigeno oggi più che mai impegnato a difendere le proprie tradizioni e i propri valori che, oggi, sono la sfida del cambiamento climatico e lo stare al passo con la modernità senza rinunciare alla propria cultura.

Imago Mundi ha presentato in anteprima mondiale a Treviso, presso la Fondazione Benetton Studi Ricerche, Saminiatures/Contemporary Sami Artists, nuova collezione del progetto non profit e globale di arte contemporanea promosso da Luciano Benetton.

L’esposizione delle 140 opere della collezione negli spazi della Fondazione Benetton fino al 5 novembre consente di conoscere in presa diretta una comunità nativa le cui radici e le prime attestazioni di insediamenti in Scandinavia risalgono a 6000 anni prima di Cristo. Originariamente nomadi e grandi allevatori di renne, pescatori e cacciatori, i Sami sono la popolazione che abita le vaste distese ghiacciate del grande Nord di Norvegia, Svezia, Finlandia e nella penisola di Kola (Russia) e costituiscono un nucleo transnazionale etnicamente, culturalmente e politicamente vicino, con piccole comunità presenti anche in Nord America.

Un popolo indigeno oggi più che mai impegnato a difendere le proprie tradizioni e i propri valori che, per i Sami, sono la sfida del cambiamento climatico e lo stare al passo con la modernità senza rinunciare alla propria cultura. Nei 140 lavori della collezione si riflette il grande legame di questo popolo con la sua terra: la luminosità del ghiaccio e della neve (che nelle lingue Sami, si dice, conta 180 definizioni), gli sgargianti e allegri colori degli abiti tradizionali, i lunghi inverni in cui la notte artica è padrona assoluta, la luce perenne dell’estate boreale, l’amore per una flora e una fauna da rispettare e proteggere. Una rappresentazione limpida di un mondo, di una cultura, di un paesaggio geografico e mentale, che ci invita a fermarci per riflettere seriamente su dove, e a che velocità, stiamo andando.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo