logo san paolo
lunedì 14 ottobre 2019
 
cCinema
 

La cucina della nostra terra

10/12/2018  Il film documentario di Daniele De Michele "I villani" indaga il rapporto tra la gastronomia e il paesaggio, attraverso la voce di quattro testimoni. Numerose le proiezioni nelle piazze italiane

Sta ottenendo un grande successo di critica e di pubblico, il documentario di  Daniele De Michele, I villani, in tour nelle piazze italiane (11 dicembre – Bergamo – Conca Verde, 12 dicembre – Tolentino – Politeama Tolentino, 13 dicembre – Viterbo – Cinema Trento,  16 dicembre - Calimera - Cinema Elio,  17 dicembre - Lecce - DB D'Essai,  18 dicembre – Grottaglie, 20 dicembre, Irpinia. Quattro storie italiane per raccontare le tradizioni gastronomiche. Quattro personaggi dall’alba al tramonto, da inizio a fine giornata di lavoro. Nord e Sud, uomini e donne, giovani e anziani. Quattro “villani” che parlano di agricoltura, pesca, allevamento, formaggi e cucina familiare. Cos’è la cucina italiana? Come si è costruita nel tempo? Cos’è successo con l’avvento della modernità al patrimonio culturale italiano? Che conseguenza hanno avuto i cambi di abitudini alimentari, la globalizzazione del commercio, le regolamentazioni sanitarie su tutte le pratiche tradizionali alla base della gastronomia italiana? Questa serie di questioni si affronta attraverso l’incontro con i personaggi tra cucine, campagne,mercati, nella loro vita sociale, nelle loro pratiche quotidiane. Nel loro cucinare emerge una grande umanità nell’intendere il cibo come atto non prettamente alimentare, ma sociale. I Villani a cui fa riferimento il titolo del documentario sono  Modesto Silvestri, 40 anni, allevatore irpino, con la figlia  Brenda, diciottenne. Apre con un lungo coltello un provolone dal colore vivo. Il provolone fa resistenza e lui dice “Ha la coccia dura, come me”.Salvatore Fundarò detto Totò, 27 anni. Contadino e Cantastorie di Alcamo. Raccoglie due limoni dall’albero del suo orto, li posa in una cassa, si siede, sorride, prende la chitarra e inizia a suonare uno stornello appreso dal nonno. Luigina Speri , 60 anni,  Contadina e allevatrice. Monti del Pasubio. Raccoglie erbe selvatiche che mette ordinatamente nelle casse da portare al Mercato della città e dice: “In fondo ce l’ho fatta a  realizzare questo sogno di essere contadina, perché è un sogno, il  sogno di una donna”. Michele e Santino Galasso, fratelli 50enni. Pescatori e  coltivatori di cozze Taranto. Michele e Santino si ritrovano assieme ad altri a giocare a scopa  dopo la loro giornata di mare, si rinfresca no con una birra: “La pesca sta morendo, ma non moriremo con l’acqua di mare”.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
CREDERE
€ 78,00 € 52,80 - 32%
FELTRO CREATIVO
€ 22,00 € 0,00 - 18%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%