logo san paolo
martedì 12 dicembre 2017
 
 

Le stimmate portate da san Paolo e da san Francesco

03/12/2017 

NICOLA - Le stimmate che san Paolo dice di portare nel suo corpo sono simili a quelle di santi come san Francesco?

La domanda nasce probabilmente dall’associare la parola “stigmate”, che effettivamente si trova nella Lettera ai Galati (Gal 6,17: «Io porto le stigmate di Gesù sul mio corpo»), alle ferite nei piedi e nelle mani (a volte anche nel costato) che alcuni santi hanno ricevuto come segno dell’unione mistica con Cristo crocifisso. Paolo nella stessa lettera aveva sì scritto: «Sono stato crocifisso con Cristo» (2,20), tuttavia tale affermazione non va intesa in senso letterale ma figurato, per dire che è ormai totalmente unito con Cristo. I “contrassegni” (questo è il significato del greco stigma) o i segni visibili che Paolo porta sul corpo, non sono dunque quelli dei chiodi della crocifissione, ma quelli lasciati sul suo corpo dalle battiture, •flagellazioni ecc., affrontate nel suo apostolato (cfr. 2Cor 11,23-27). In questo senso sono anche il “marchio” visibile sul corpo della sua appartenenza a Cristo, come uno schiavo al suo Signore (cfr. Gal 1,10).

I vostri commenti
2
scrivi

Stai visualizzando  dei 2 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo