logo san paolo
mercoledì 23 maggio 2018
 
 

«Meno tasse contro l’usura»

21/03/2011  Lo propone l’Associazione Contribuenti.it per aiutare le famiglie in difficoltà

Esentare dalle tasse gli assistiti dalle Fondazioni antiusura: è questo quanto propone Contribuenti.it per tutti coloro che hanno denunciato i propri “strozzini”. L’associazione ha chiesto al Governo di sospendere la riscossione delle imposte nei confronti di tutti coloro che sono assistiti dalle Fondazioni antiusura, cogliendo anche l’occasione per «riformare urgentemente il fisco, accorpando la funzione di accertamento e riscossione in testa a un unico soggetto pubblico». Il fenomeno dell’usura sembra stia dilagando, soprattutto a Sud, approfittando dell’indebitamento delle famiglie e della grave situazione economica in cui versano le aziende: «Sono a rischio usura 2,3 milioni di famiglie e due milioni di imprenditori -  afferma Vittorio Carlomagno presidente dell’Associazione Contribuenti Italiani - Il debito medio delle famiglie ha raggiunto la cifra di 35.200 euro, mentre quello dei piccoli imprenditori ha raggiunto il tetto dei 54.600 euro».

Tra le regioni maggiormente esposte a questo fenomeno troviamo la Campania, Liguria, Valle d'Aosta, Toscana, Sicilia, Lombardia e Piemonte. Le cause sono le più disparate: la crisi economica, il proliferare del pagamento delle tasse a rate, l’impossibilità di accesso al credito bancario, ma anche la crescita dei giochi d’azzardo legalizzati e il boom delle carte di credito revolving. «I dati - conclude Carlomagno - confermano che il fenomeno sta aumentando e l’apice potrebbe essere raggiunto a giugno in coincidenza con il pagamento delle tasse. In passato, ogni qual volta l'economia ha segnato brusche frenate, l’usura ha subito delle forti crescite».

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo