logo san paolo
sabato 19 gennaio 2019
 
 

Mutui ventennali per ristrutturare

03/03/2011  Richiesto alle banche quasi la metà del valore dell’immobile

Non solo per comprare la casa, ma anche per ristrutturarla in tanti si rivolgono alla banca. In media ci si impegna per vent’anni a restituire quasi 150mila euro solo per mettere mano alla propria abitazione. Il broker on line Mutui.it ha deciso di analizzare questa fetta di mercato analizzando 60mila richieste di mutui finalizzati proprio alla ristrutturazione. Nel 44% dei casi ci si muove con prudenza chiedendo il tasso fisso, mentre soltanto il 35% del campione ha scelto il tasso variabile. Il richiedente medio ha 42 anni, si impegna per oltre 20 anni e firma un mutuo di 142mila euro, quasi la metà del valore dell’immobile che intende ristrutturare.

I finanziamenti più cospicui vengono richiesti al nord, in particolare in Trentino Alto Adige (dove il mutuo medio è pari a 183mila euro), Toscana (168mila euro) e Liguria (158mila euro). Se invece si guarda l’incidenza sul totale del valore la situazione si ribalta: con eccezione del Friuli, è il sud a chiedere un aiuto alla banca pari a oltre la metà del valore dell’immobile. Del resto ristrutturare è sempre un’operazione costosa: «Significa effettuare un cambiamento radicale al proprio immobile – sottolinea Alberto Genovese di Mutui.it – e comporta spese elevate. È bene confrontare le offerte di più istituti per trovare la soluzione che meglio si adatta alla propria situazione economico-finanziaria, affrontando il complesso progetto della ristrutturazione di un immobile in tutta tranquillità».

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo