logo san paolo
martedì 12 dicembre 2017
 
dossier
 

Francesco in Bangladesh: «Pregate per i vostri sacerdoti»

01/12/2017  Bergoglio si commuove per la grande partecipazione all'ordinazione di 16 sacerdoti. Un evento in una comunità che conta appena 380 mila fedeli in tutto il Paese. Attesa per l'incontro con i profughi

Centomila persone per la messa che papa Francesco ha celebrato in Bangladesh, a Suhrawardy Udyan Park di Dhaka. Un evento storico per la Chiesa del Bangladesh, vista l’ordinazione di ben  16 sacerdoti su una comunità cattolica che conta appena 380 mila fedeli su una popolazione totale del Bangladesh di 160 milioni di abitanti. Il Papa ha voluto ringraziare quanti sono arrivati, anche con un viaggio di due giorni, per partecipare alla messa. Per l’ordinazione dei 16 sacerdoti, che si aggiugono ai 400 già presenti nel Paese, ha letto l’omelia rituale che si pronuncia in questa occasione. Ma prima di imporre le mani ai nuovi consacrati, ha rivolto ai presenti qualche parola a braccio: «Grazie per la vostra generosità», ha detto. «So che tanti di voi sono venuti da lontano, con un viaggio di anche due giorni. Questo indica l’amore che voi avete per la Chiesa. Indica l’amore che voi avete per Gesù Cristo. Grazie tante. Grazie tante per la vostra generosità. Grazie tante per a vostra fedeltà. Continuate avanti con lo spirito delle beatitudini. E mi raccomando, oggi, mi raccomando pregate sempre per i vostri sacerdoti, specialmente per questi che oggi riceveranno il sacramento dell’ordine sacro. Il popolo di Dio sostiene i sacerdoti con la preghiera. È la vostra responsabilità sostenere i sacerdoti», ha insistito. «Qualcuno di voi potrà domandarmi: “Padre, come si fa per sostenere un sacerdote?”». E la risposta di bergoglio è chiara: «Fidatevi della vostra generosità, il cuore generoso che voi avete vi dirà come sostenere i sacerdoti, ma il primo sostegno del sacerdote è la preghiera. Il popolo di Dio, cioè tutti sostiene il sacerdote con la preghiera. Non stancatevi mai di pregare per i vostri sacerdoti. Io so che lo farete. Grazie tante e adesso continuiamo il rito dell’ordinazione di questi diaconi che saranno i vostri sacerdoti».

 La giornata del Papa prosegue con la visita al primo ministro del Bangladesh, signora Hasina, e con l’incontro con i vescovi del Paese, in arcivescovado, e, nella stessa sede, con un incontro interreligioso ed ecumenico con esponenti islamici, induisti, buddisti, cristiani di varie denominazioni.

Attorno alle 12 ora italiana il Papa incontrerà anche tre famiglie di profughi, 18 persone in tutto, di etnia rohingya, in fuga dal Myanmar e ospitate  nel campo profughi di Cox Bazar. I 18 rappresentano i circa 700 profughi costretti a fuggire alla persecuzione dell'esercito di Myanmar.

Multimedia
Centomila fedeli alla messa di papa Francesco nella capitale del Bangladesh
Correlati
I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo