logo san paolo
giovedì 25 aprile 2019
 
Trovare la felicità
 

Sport, natura e Rosario: programma di vero benessere

18/01/2019 

Nella mia vita alcune pratiche che mi piacciono e che ho coltivato mi hanno aiutata a essere felice e a superare i periodi difficili: giocare a tennis, passare alcune ore alla settimana nella natura e iniziare la giornata affidandomi a Dio, recitando il rosario inginocchiata a terra guardando il cielo (mi pare mi dia gli stessi benefici di pace che ho letto diano lo yoga, la meditazione e gli esercizi di rilassamento). Mi chiedo se devo far scoprire ai miei figli la bellezza di queste tre cose che ho scoperto io: praticare sport, vivere la natura e pregare Dio, ma soprattutto come farle conoscere a loro in modo piacevole e senza forzature. Oppure devo rimanere a guardarli e lasciare che loro casualmente scoprano ciò che piace a loro, ciò che li fa stare bene?

DEBORAH

Cara Deborah, hai scritto una bellissima lettera. Hai sviluppato un tuo personale metodo per la felicità che ti permette ogni settimana di continuare a dedicarti a tutte le aree della tua vita, di assolvere tutti i tuoi doveri, senza però trascurare le esperienze che con regolarità ti permettono di rigenerarti dal punto di vista energetico, fisico e spirituale. Il tuo programma di “fitness della vita” è un ottimo esempio di cosa vuol dire, per un genitore, avere cura di sé, della propria vita, del proprio corpo e del proprio spirito. Presentare ai figli un modello e un esempio che mostra, con la stessa serenità e tranquillità che tu metti nelle tue parole, la nostra capacità di avere cura di noi è il migliore dono che possiamo fare loro. «I bambini imparano quello che vivono» dice un proverbio che contiene un’innegabile verità. E quindi vivere al tuo fianco e vederti capace di trovare il tempo, in mezzo a tutto il resto, per rimanere sintonizzata con te stessa, per coltivare la tua spiritualità e creare sintonia con la natura che ti circonda, secondo me è il miglior insegnamento per la vita che puoi dare ai tuoi figli. Non è quello che fai fare loro, ma è quello che tu fai, vivendo al loro fianco, che lascerà un segno profondo nel loro modo di gestire la vita e di scegliere ciò che non può mancare tra le loro priorità. Proprio di recente mi sono imbattuto nel libro Scegline tre di Randi Zuckerberg (Harper Collins): l’autrice invita i lettori ad abbandonare il desiderio onnipotente di essere sempre perfetti in tutto e invita a scegliere ogni giorno tre obiettivi precisi verso i quali dedicare la propria attenzione e le proprie energie. Un buon “programma di vita” che sembra ispirato al tuo metodo della felicità, di cui hai deciso tu gli ingredienti intorno ai quali ogni giorno investi il tuo tempo e la tua motivazione.

Per lo spirito

  

I Rosari su Sanpaolostore.it

Rosari, Oggetti e molto altro su Sanpaolostore.it

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo