logo san paolo
sabato 19 gennaio 2019
 
Autore

Visualizzazione dei contenuti di Alberto Pellai

Articolo

Sport, natura e Rosario: programma di vero benessere

18 gennaio 2019

«Nella mia vita alcune pratiche mi hanno aiutata a essere felice e a superare i periodi difficili: giocare a tennis, passare alcune ore alla settimana nella natura e iniziare la giornata affidandomi a Dio, recitando il rosario inginocchiata a terra guardando il cielo. Mi chiedo come far scoprire ai miei figli la bellezza di queste tre cose...»

 

Articolo

Noi, genitori sovrappeso: il pediatra ci chiede di cambiare per i figli

03 gennaio 2019

«In casa siamo un po’ tutti sovrappeso e facciamo poco sport. Non abbiamo grandi problemi di salute, ma il pediatra ha detto che i nostri figli hanno messo su qualche chilo di troppo. Ci ha consigliato “cambiamenti radicali”...»  Succede spesso: ci diamo tanto da fare per i figli che dimentichiamo noi stessi. Ecco cosa ne pensa Alberto Pellai...

 

Articolo

Natale oltre la letterina: insegniamo la generosità ai nostri figli

19 dicembre 2018

«Ci saranno naturalmente i doni sotto l’albero, ma vorrei che vivessero anche un’esperienza concreta. All’oratorio fanno una raccolta per i bambini in Africa, ma il tutto si traduce in una moneta nel salvadanaio. Mi sembra che il concetto di solidarietà, che un tempo respiravamo nelle nostre case con tantissimi gesti quotidiani oggi non esista più...» Perché sia un Natale dei valori: ecco come fare secondo l'esperto Alberto Pellai

Articolo

Ragazzi e rap: chi ricorderà queste canzoni?

12 dicembre 2018

Dopo la tragedia della discoteca di Corinaldo si impone una riflessione sul tipo di musica che ascoltano i ragazzi, a volte ancora dei bambini. Lo psicoterapeuta Alberto Pellai ripensa a diversi modelli di canzoni di rottura del passato, che potevano comunque definirsi arte, a differenza di quelle attuali, e che continuano a distanza di decenni a essere apprezzate. 

Articolo

In vacanza per nasconderle la morte di papà

11 dicembre 2018

«Il papà è morto in un incidente. La bambina nei giorni seguenti è stata inviata da amici di famiglia al mare, così da non essere coinvolta nel dolore e nei riti funebri. A giorni di distanza, la bambina sta per tornare a casa, ma nessuno ha il coraggio di dirle la verità...»

Articolo

Il "messaggino" su Whatsapp: «Mamma, scappo di casa»

11 dicembre 2018

«Mia figlia di 13 anni con un messaggio WhatsApp mi ha comunicato la sua intenzione di scappare da casa. Dice di sentirsi oppressa nella nostra famiglia, anche se noi facciamo di tutto per renderla felice, di non poterne più di dover essere un modello per i fratelli. A scuola è molto brava: mi ha davvero sconvolta. Dove ho sbagliato?» Risponde Alberto Pellai

Edicola San Paolo