logo san paolo
lunedì 14 ottobre 2019
 

Vacanze, 10 regole d’oro per andare sul web in sicurezza

Non è affatto detto che andarsene in ferie - in spiaggia, in montagna, all'estero o per città d'arte - e connettersi continuamente al web sia una passeggiata. Lontano da casa, e dal proprio "lucchettato" recinto WiFi, non è sempre tutto oro quel che luccica, in termini di protezione dai rischi informatici. Intanto, perché quando si utilizza un tablet, uno smartphone o un portatile in vacanza, occorre sapere che le reti Wi-Fi pubbliche sono davvero molto pubbliche, cioè sono condivise con sconosciuti: e non sono pochi gli strumenti con cui intercettare le comunicazioni altrui. Alcune utili regole per un’estate senza troppi problemi ci arrivano da Vasco, tra i fornitori leader nelle soluzioni e servizi di "strong authentication" e di "firma elettronica", specializzato in applicazioni di sicurezza e transazioni sicure. Il consiglio di partenza è: meglio evitare qualunque cosa che non si desideri far sapere e, soprattutto, attenzione allle credenziali di accesso ai propri account.

Ecco 10 regole che ci possono aiutare davvero:

1) Assicurarsi di connettersi alla rete corretta. È molto comune per gli hacker rendere visibili connessioni con nomi simili a quella dell’hotel o del villaggio in cui si risiede, inducendo un ignaro utente a usare (e a consegnargli…) le proprie password.

2) Assicurarsi che il collegamento a un sito web è crittografato verificando che ci sia “https” invece di “http” nell'indirizzo URL e, inoltre, cercando il piccolo lucchetto nella barra degli indirizzi.

3) Utilizzare la connettività VPN per la connessione alle applicazioni aziendali.

4) Non usare FTP (Protocollo di Trasferimento File) o altri servizi che non sono crittografati.

5) Utilizzare l'autenticazione a due fattori per tutte le applicazioni che permettono di farlo.

6) Non impostare il dispositivo per connettersi automaticamente alle reti pubbliche Wi-Fi.

7) Non divulgare i propri piani di viaggio e i relativi aggiornamenti sui social media.

8) Assicurarsi di aver installato un software di rilevamento e di rimozione dati da remoto nel caso in cui il dispositivo venga perso o rubato.

9) Prima del viaggio, assicurarsi che i propri dispositivi siano dotati delle versioni più aggiornate delle soluzioni di sicurezza.

 10) Ultimo suggerimento (forse il più saggio): meglio non connettersi affatto durante le vacanze.

Infatti: perché non provare una “disintossicazione digitale” mentre si è in vacanza? Se è vero che siamo ormai arrivati a un'integrazione sempre più stretta (e forse eccessiva) tra Internet, social network, app, dispositivi e le nostre stesse vite; se è vero che la Rete ormai deborda dagli schermi dei pc o dei device mobili e diventa sempre più "liquida", colonizzando automobili, elettrodomestici, luci di casa, forno a micro onde, orologi, occhiali o il nostro stesso corpo con i tatuaggi elettronici, diventatando insomma un vero e proprio sistema linfatico che ci circonda, forse ci aiuta, ma molto ci soffoca, allora forse è meglio staccare un po' in vacanza. E vivere una vita normale, come se Internet non esistesse.


31 luglio 2014

I vostri commenti
0
scrivi
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
CREDERE
€ 78,00 € 52,80 - 32%
FELTRO CREATIVO
€ 22,00 € 0,00 - 18%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%