logo san paolo
martedì 22 ottobre 2019
 

Epifania del Signore - 6 Gennaio 2017

LA LUCE DEL SIGNORE RISPLENDA IN NOI

Al vedere la stella, [i Magi] provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra.

Matteo 2,1-12

 

La solennità dell’Epifania del Signore conclude il tempo di Natale. Nella prima lettura, Isaia si rivolge al popolo d’Israele con un invito sorprendente! Al popolo che ha fatto esperienza di esilio e di sopraffazioni, che fa fatica a ritrovare la sua unità e progettualità, dice: «Àlzati, rivestiti di luce, perché viene la tua luce, la gloria del Signore brilla sopra di te». Un invito a sentire forte la presenza e la vicinanza del Signore, pur nelle prove.

Un invito che, in questi giorni di Natale, la Chiesa ha rivolto anche a noi. Rivestiti di luce! Cioè: fatti raggiungere dalla luce che viene da Betlemme! Non fermarti agli aspetti esteriori del Natale! Riparti da questo Natale per vivere con più gusto la tua vita di uomo e di credente!

TRASFORMATI DALL’INCONTRO. Ma l’Epifania ci spinge a fare un altro passo avanti, per guardare al modo in cui i personaggi che hanno avuto a che fare con quel Bambino si sono lasciati trasformare dall’incontro con lui. Quel Bambino che, con la sua storia, la sua carica di vitalità e il suo messaggio, scopriamo appartenere a tutti i popoli, di cui i Magi sono simbolo. La loro avventura, quindi, è fi‰gura dell’avventura che ogni uomo è chiamato a vivere nei confronti di Cristo.

Il brano evangelico è carico anche di altri simboli. Ad esempio, il testo non indica né il numero, né i nomi dei Magi. Un particolare orientato a dirci che la loro storia è la nostra storia. La stella che appare loro è il segno dell’iniziativa di Dio, che anticipa il movimento dell’uomo; i passi di Dio sono sempre in anticipo sui nostri. Noi lo possiamo trovare solo perché è Lui che ci cerca. La loro decisione di incamminarsi, poi, è indice di responsabilità e iniziativa personale. Attraverso l’offerta dei doni a Gesù Bambino, i Magi mettono nelle mani del Signore ciò che è proprio della loro storia. Chi va dal Signore ci va con la sua storia, e anche per educarsi al dono. E poi c’è il ritorno dei Magi verso casa, per testimoniare e condividere l’esperienza fatta... perché a nessuno è consentito appropriarsi di quel Bambino!

Matteo inserisce anche due indicazioni polemiche su alcuni protagonisti, veri “sconfi‰tti” del Natale e della sua logica. Da una parte, i sommi sacerdoti e gli scribi del popolo, che non si lasciano raggiungere dalla concretezza e fragilità del bambino di Betlemme, credendo di sapere già tutto, in base alle Scritture. Dall’altra, Erode, simbolo di coloro che vogliono uccidere le alternative (al proprio potere) o i germogli di possibili alternative. Egli è come l’inverno: non ama, distrugge i nuovi germogli. Noi invece siamo Chiesa dell’Epifania, chiamati a manifestare al mondo il Cristo che abbiamo incontrato con la nostra vita.


03 gennaio 2017

 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
CREDERE
€ 78,00 € 52,80 - 32%
FELTRO CREATIVO
€ 22,00 € 0,00 - 18%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%