logo san paolo
mercoledì 18 ottobre 2017
 
I consigli salute di BenEssere Aggiornamenti rss BenEssere / La salute con l'anima a cura di Giuseppe Altamore

Quando meditazione e preghiera aiutano il cervello a ritrovare la pace

Tra qualche mese, la maggior parte di noi andrà in vacanza. Un’occasione da non sprecare per ritemprare il corpo e l’anima. Un’indicazione che in realtà vale tutto l’anno. Se si ha il coraggio di evitare i luoghi chiassosi e le spiagge più affollate, possiamo avere l’opportunità di vivere una dimensione più umana. E se vogliamo essere arditi potremmo pensare a un ritiro spirituale o a un’esperienza meditativa e forse incontrare la gioia interiore. Bastano, infatti, sette giorni con gruppi religiosi o di meditazione, per cambiare la “chimica del cervello’’, favorendo la produzione delle molecole naturali del benessere e della serenità: serotonina e dopamina (sostanze associate a buon umore, gratificazione, piacere). È quanto emerge da una ricerca condotta presso la Thomas Jefferson University (Philadelphia, Stati Uniti). Lo studio, pubblicato sulla rivista Religion, Brain & Behavior, si è concentrato sulle dinamiche del cervello di 14 partecipanti dopo una settimana trascorsa in un ritiro spirituale secondo gli insegnamenti di sant’Ignazio da Loyola. Una settimana di silenzio scandita dalla meditazione e dalla preghiera in un’atmosfera di raccoglimento e pace. Alla fine gli esperti hanno chiesto ai partecipanti di compilare un questionario sul loro stato di benessere emotivo e fisico, seguito da esami ad hoc del cervello. È emerso che dopo il ritiro i partecipanti si sentono emotivamente più in equilibrio, fisicamente meglio, liberi da tensione e fatica. Grazie anche all’aumento della produzione di molecole del benessere e del piacere.

Sicuramente c’è l’effetto positivo dell’atmosfera serena che si respira in un’esperienza del genere e dell’allontanarsi dai ritmi frenetici e stressanti della vita quotidiana. Ma non è tutto. Forse, la preghiera e la meditazione ci proiettano in una dimensione speciale e ci fanno avvertire la bellezza della vicinanza a Dio.


20 aprile 2017

I vostri commenti
0
scrivi
 
Pubblicità
Edicola San Paolo