logo san paolo
mercoledì 14 novembre 2018
 
I consigli salute di BenEssere Aggiornamenti rss BenEssere / La salute con l'anima a cura di Giuseppe Altamore

Se la Messa fa bene al cuore

Senza amici non solo l’umore ma anche la salute è più a rischio, in particolare quella del cuore. Lo certifica uno studio della Harvard University (Usa) pubblicato su Proceedings of the Royal Society B che ha scoperto il legame fra solitudine e più alti livelli di una proteina della coagulazione del sangue che può causare infarti e ictus. Questa proteina, utile in caso di lesioni o perdite di sangue, se presente in quantità eccessive e a lungo, può portare a un aumento della pressione e causare l’accumulo di depositi di grasso nelle arterie.
Sempre di più si cercano e si scoprono le intime connessioni tra corpo e psiche o se volete tra corpo e anima. E proprio in questo numero diamo conto di un corposo studio statunintense appena pubblicato (ne parliamo a pag. 48) che approfondisce e conferma il legame tra pratica religiosa e salute. Aver fede, andare a Messa e pregare più di una volta la settimana può ridurre i rischi cardiovascolari, cancro e relativa mortalità. Lo studio in questione è iniziato nel lontano 1992 e completato 20 anni dopo, nel 2012, valutando ben 74.534 infermiere americane. Un numero consistente per una ricerca scientifica.
Dati su cui ri”flettere. Anche se si potrebbe obiettare che chi non ha il dono della fede non può essere automaticamente condannato. Si tratta piuttosto di avere coscienza della nostra natura spirituale e di porsi in una condizione di elevazione quotidiana riguardo alle spinte nichiliste che tentano di trascinarci verso il basso. In fondo, la vera guarigione interiore, e di conseguenza quella fisica, dipende in gran parte da noi.

Scopri BenEssere, la rivista che pensa alla tua salute dell'anima


22 settembre 2016

Tag:
I vostri commenti
4
scrivi

Stai visualizzando  dei 4 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo