logo san paolo
mercoledì 23 maggio 2018
 
Chiesa e Fede Aggiornamenti rss
 

A 17 anni reagisce al tumore con il sorriso, trasformando il calvario della malattia in un abbraccio fiducioso con la croce....

Qualcuno lo chiama il «Basaglia africano», perché da oltre 35 anni libera dai ceppi gli ammalati psichici e se ne prende...

San Marco

Non era un discepolo diretto di Gesù ma a Gerusalemme dapprima accompagnò san Paolo nel suo apostolato e poi divenne collaboratore di San Pietro e degli Apostoli. La madre era una vedova benestante che mise a disposizione la sua casa per l’Ultima Cena. Morì ad Alessandria d'Egitto nell'anno 72 e le reliquie, di cui s’erano perse le tracce, ricomparvero miracolosamente il 25 aprile 1094 durante la consacrazione della basilica di Venezia a lui dedicata

Di suo pugno

Tra le carte custodite dalla famiglia di don Tonino Bello c'è questo documento inedito: il testo dell'omelia che scrisse per i funerali di Raffaele, fratello della cognata Velia e morto giovanissimo in un incidente stradale: «Se le parole degli uomini si frantumano in fredde sillabe prive di vigore, le parole di Dio hanno il sovrumano potere di consolare»

Il teologo risponde

Il dubbio di un lettore sulla liceità dei gesti d'intimità in una coppia di anziani. La risposta del teologo.

Oggi vengono staccati i macchinari, secondo quanto i medici di Liverpool hanno detto ai genitori. . Interviene monsignor Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita pronunciandosi sulla drammatica vicenda del bambino inglese di 23 mesi affetto da malattia neurodegenerativa di cui non si conosce la causa.

SAN GIORGIO

Bergoglio ha chiesto all'Elemosineria Apostolica di distribuire 3000 gelati ai più bisognosi e ai senzatetto di Roma. La figura del santo che vinse il drago, simbolo del male, e l'insegnamento del Pontefice circa la lotta contro satana, cui sono chiamati tutti i cristiani. 

santi

La devozione popolare verso questo Santo è antichissima e diffusa in ogni parte del mondo. La Chiesa Orientale lo chiama il “Megalomartire” (il grande martire), è patrono di Inghilterra e Portogallo e di numerose città italiane.Ma le notizie sulla sua vita sono piuttosto scarne tanto che la liturgia cattolica nel 1969 lo declassò a memoria facoltativa. La tradizione popolare lo raffigura come il cavaliere che affronta il drago, simbolo della fede intrepida che trionfa sulla forza del maligno

VOCAZIONI

I diaconi sono arrivati da Italia, India e Perù: un ex avvocato di 41 anni, per tanto tempo fidanzato, ma anche un giovane che a lungo è stato un figlio ribelle. Storie diverse, un unico mandato: «Esercitate in letizia e carità sincera l’opera sacerdotale di Cristo», ha sottolineato Bergoglio, «unicamente intenti a piacere Dio e non a voi stessi o agli uomini. Vivete ciò insegnate».

Vaticano

Festa in piazza San Pietro per oltre 12.000 fedeli giunti dalle diocesi di Bologna e Cesena accompagnati dai vescovi Matteo...

l'omelia

«Della visita del Papa», dice il Vescovo di Ugento, Vito Angiuli, «rimarrà soprattutto l’appello di Francesco a incamminarci sulla via della santità seguendo le orme che don Tonino ci ha lasciato»

IL TEOLOGO

Don Pino Lorizio (Università Lateranense) riflette sulla domanda fatta a Bergoglio: «L’umano e il divino si intrecciano. A chi si fosse scandalizzato, ritenendo buonista la risposta di Francesco, andrebbe ricordato che questa sarebbe stata la risposta di Gesù alla domanda di senso, che forse - oggi - solo i bambini sanno porre a un mondo adulto spesso distratto».

santi

Monaco benedettino, teologo di fama, arcivescovo di Canterbury e dottore della Chiesa: ha insegnato a cercare Dio con l’intelletto della fede e con il suo "argomento ontologico" sull’esistenza di Dio influenzò gran parte della filosofia successiva

il papa

Francesco ad Alessano prega sulla tomba del "Vescovo degli ultimi" e sprona a seguire il suo esempio: «Solo se abbiamo a cuore i poveri restiamo sintonizzati sul canale di Dio e del Vangelo». L'auspicio di monsignor Vito Angiuli: «Speriamo di vederlo presto beato»

Bergoglio in Puglia

Papa Francesco, a Molfetta, ricorda che il "vescovo degli ultimi" «sognava una Chiesa affamata di Gesù e intollerante a ogni mondanità».

IL PAPA IN PUGLIA

"Volava ovunque ce ne fosse bisogno perché era animato da un amore senza misura. L'amore può essere solo così, come ci ha insegnato Gesù", dice il vescovo di Molfetta, monsignor Domenico Cornacchia.

ad alessano

Il fondatore di Libera alla veglia dei giovani ad Alessano: «Che meraviglia il Papa che viene qui a pregare sulla tomba di un profeta. Alzate la voce, cercate la verità. Don Tonino è vivo, da questa piazza comincia il Sinodo dei giovani»

Siria

«Voglio fare questo appello al Pontefice. Affinché riceva in udienza una delegazione di religiose e religiosi che hanno lavorato in Siria in questi sette tremendi anni di guerra. Perché possano testimoniare che cosa è successo e ancora succede alla gente tutta di questo Paese, e anche ai cristiani».

SANTA MARTA

Nella consueta omelia mattutina papa Francesco sottolinea come sia lo Spirito a spingere continuamente i cristiani «sulla strada» per annunciare la Salvezza, missione che «si struttura» basandosi su tre parole chiave: «alzati», «accostati» e «parti dalla situazione». 

Nel segno di don Tonino

Titolare di un’azienda che produceva armi, si è convertito dopo un incontro sulla pace voluto da don Tonino, ha venduto l’azienda e per 17 anni si è dedicato a bonificare il mondo dai “frutti maledetti” che aveva seminato

Pubblicità
vetrina onlus

Basta una donazione per aiutare MSF a continuare a essere al fianco dei Rohingya. Abbiamo bisogno del tuo aiuto: dona ora

 
Multimedia
Edicola San Paolo