logo san paolo
venerdì 25 maggio 2018
 
Chiesa e Fede Aggiornamenti rss
 
curiosità

Ecco le cose da sapere sul giorno di festa che segue la Pasqua.

Benedizione Urbi et Orbi

Il Papa chiede pace e rispetto della vita e della dignità delle persone in tutti i Paesi in guerra, stremati dalla fame e dai conflitti. Pace per il Medio Oriente, lo Yemen e la Siria, per il Sud Sudan, per il Venezuela e l'Ucraina... Pace soprattutto per i bambini e gli anziani

Pasqua

Dio ci sorprende, ogni suo annuncio ci prende al cuore, ci mette in cammino e ci chiede un esame di coscienza. L'omelia a braccio di papa Francesco nel giorno di Pasqua

Battesimo

Mendicava davanti a un supermercato di Centocelle quando bloccò un rapinatore armato di ascia. Oggi John Ogah ha il permesso di soggiorno e spera in un futuro migliore con sua moglie e suo figlio. Con altri sette è stato battezzato da Bergoglio nel corso della veglia pasquale.  

Vegila di Pasqua

«La tomba vuota vuole sfidare, smuovere, interrogare, ma soprattutto vuole incoraggiarci a credere e ad aver fiducia che Dio “avviene” in qualsiasi situazione, in qualsiasi persona, e che la sua luce può arrivare negli angoli più imprevedibili e più chiusi dell’esistenza. È risorto dalla morte, è risorto dal luogo da cui nessuno aspettava nulla», dice papa Francesco nell'omelia della veglia pasquale 

Domande e risposte

È la festa più importante per i cristiani e significa etimologicamente "passaggio". La data è mobile perché dipende dal plenilunio di primavera mentre l’origine è legata al mondo ebraico, in particolare alla festa di Pesach, durante la quale si celebrava il passaggio di Israele, attraverso il mar Rosso, dalla schiavitù d’Egitto alla libertà

Benedetto XVI

«Il Sabato Santo è la “terra di nessuno” tra la morte e la risurrezione, ma in questa “terra di nessuno” è entrato Uno, l’Unico, che l’ha attraversata con i segni della sua Passione per l’uomo»: così Ratzinger a Torino il 2 maggio 2010 davanti all'Uomo dei dolori. Un riflessione più che mai attuale

Benedetto XVI

«Il Sabato Santo è la “terra di nessuno” tra la morte e la risurrezione, ma in questa “terra di nessuno” è entrato Uno, l’Unico, che l’ha attraversata con i segni della sua Passione per l’uomo»: così Ratzinger a Torino il 2 maggio 2010 davanti all'Uomo dei dolori. Un riflessione più che mai attuale

Via Crucis

Papa Francesco conclude la via Crucis con una preghiera al Crocifisso: vergogna, pentimento e speranza sono le tre parole che descrivono il nostro sguardo fisso su di Lui

Il giorno prima della Pasqua è aliturgico, cioè privo di celebrazioni in tutte le chiese, in attesa della Veglia solenne che viene celebrata a partire da qualche ora prima della mezzanotte e durante la quale si celebra la Risurrezione di Gesù

Padre Raniero Cantalamessa invita i giovani a evitare che " l’amore che non sia più dono di sé, solo possesso - spesso...

A circa 600 credenti della Striscia (cattolici e ortodossi) non è stato concesso il permesso di recarsi a recarsi a...

santi

Fondò la Congregazione di San Giuseppe per aiutare i ragazzi poveri e nel 1871 l'Unione operai cattolici. È uno dei grandi Santi sociali del Piemonte

Colloqui col Padre

«Ho sofferto come una bestia per la perdita di Decimo. L’ho affidato alla misericordia di Dio con la speranza che un giorno il Signore me lo riconsegnerà...» Quale sorte attende i nostri piccoli "compagni di viaggio" dopo la morte? Con don Antonio cerchiamo risposta alla delicata domanda

messa in coena domini

Il Papa lava i piedi a dodici detenuti, otto di loro di religione cattolica. A tutti dice che il gesto di Gesù è il segno che Gesù non abbandona nessuno. «Se i capi di Stato avessero capito gli insegnamenti di Gesù, quante guerre non sarebbero state fatte!», afferma. Poi annuncia che verrà operato di cataratta. 

Venerdì Santo

Il teologo Silvano Sirboni spiega come nasce una delle pratiche religiose più importanti del tempo di Quaresima.

Venerdì Santo

Quindici giovani tra i 16 e i 28 anni sono stati invitati a scrivere le meditazioni della memoria della Passione guidata stasera dal Papa al Colosseo. I testi sono nati sui banchi di scuola. Parlano i protagonisti.

GIOVEDì SANTO

«Preti vicini, che ci sono, che parlano con tutti… Preti di strada.  La vicinanza è la chiave dell’evangelizzazione, un atteggiamento-chiave nel Vangelo. Non solo la chiave della misericordia», dice papa Francesco, «ma è anche la chiave della verità».

Don Primo Mazzolari

Nel 1958 il Giovedì Santo cadde il 3 aprile. Don Primo Mazzolari, un precursore del Vaticano II, nella sua parrocchia, a Bozzolo (in provincia di Mantova, ma in diocesi di Cremona) pronunciò un'omelia originale e commovente, che divenne presto famosa. Ecco il testo integrale

Don Primo Mazzolari

Nel 1958 il Giovedì Santo cadde il 3 aprile. Don Primo Mazzolari, un precursore del Vaticano II, nella sua parrocchia, a Bozzolo (in provincia di Mantova, ma in diocesi di Cremona) pronunciò un'omelia originale e commovente, che divenne presto famosa. Ecco il testo integrale

Pubblicità
vetrina onlus

Basta una donazione per aiutare MSF a continuare a essere al fianco dei Rohingya. Abbiamo bisogno del tuo aiuto: dona ora

 
Multimedia
Edicola San Paolo