logo san paolo
lunedì 18 marzo 2019
 
Fotogallery

4 a 1 per Renzi: sì da sindacati e Acli, nì di Confcommercio

13/03/2014Dopo l’attacco frontale del Premier ai sindacati di qualche giorno fa da Che tempo che fa, si scioglie il gelo tra le parti, “al sole” dell’annuncio delle misure di Matteo Renzi su fisco e mondo del lavoro: aumento del prelievo sulle rendite e calo delle tasse sul lavoro. Per Susanna Camusso, leader Cgil, «oggi si può cominciare a festeggiare». Positivi anche i commenti dei segretari generali della Cisl e della Uil, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti e di Gianni Bottalico, presidente delle Acli. Più controverso l’atteggiamento delle imprese con Carlo Sangalli, numero uno di Confcommercio.

  • 01_Camusso
    Susanna Camusso, Cgil: «sul piano della comunicazione anche dieci e lode. Poi i provvedimenti li vedremo uno per uno»
  • 02_Bonanni
    Raffaele Bonanni, Cisl: «siamo contenti che il presidente del Consiglio Renzi, abbia preso a mani piene tutta la nostra impostazione»
  • 03_Angeletti
    Luigi Angeletti, Uil: «Ottimo. Finalmente, dopo 4 anni di scioperi e manifestazioni siamo riusciti a far sì che i lavoratori abbiano una consistente riduzione delle tasse».
  • 05_Gianni-Bottalico
    Gianni Bottalico, Acli: «Le misure di riduzione fiscale decise oggi del governo Renzi vanno nella direzione che le Acli hanno sempre auspicato».
  • 04_sangalli
    Carlo Sangalli, Confcommercio: «Tuttavia rimane un errore l'esclusione dai benefici sull'Irpef di tante partite Iva e lavoratori autonomi».
I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Pubblicità
Edicola San Paolo