logo san paolo
mercoledì 13 dicembre 2017
 
Fotogallery

Il Togo chiama, l'Italia risponde?

04/06/2013C'è tempo fino al 30 giugno per aderire alla raccolta di materiali, nuovi e usati, promossa dalla onlus Afriaca. C'è un centro di formazione che aspetta di partire

  • Il Togo chiama, l'Italia risponde?
    Computer fissi e portatili, desktop, stampanti, macchine fotografiche, telefoni cellulari, videocamere, fotocopiatrici, TV, lettori cd, mp3, dvd, dvx, impianti audio, elettrodomestici, indumenti estivi per adulti, ragazzi e bambini, giocattoli...
  • Il Togo chiama, l'Italia risponde?
    Nel nuovo centro di formazione di Afriaca in Togo c'è bisogno di tutto: da qui l'idea di una raccolta materiale che darà un contributo determinante ad attrezzare le aule, a dotare gli studenti del minimo indispensabile e ad aiutare le famiglie più bisognose
  • Il Togo chiama, l'Italia risponde?
    In Togo, Afriaca su muove "ufficialmente" su due fronti. Da un lato il sostegno scolastico a distanza: con 94 euro all'anno si garantisce lo studio a un bambino/ragazzo togolese. Il donatore è aggiornato sui progressi dell'"adottato", può parlargli o scrivergli, ricevere le pagelle
  • Il Togo chiama, l'Italia risponde?
    Il centro di formazione ToGo, in partenza a ottobre, è il frutto di una collaborazione con Ingegneri senza frontiere, Fondo provinciale per la cooperazione internazionale e United for Africa
  • Il Togo chiama, l'Italia risponde?
    Il progetto ha l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita, di salute, economiche dei giovani di Lomé attraverso una formazione qualificante e un supporto concreto per lo sviluppo di attività sostenibili generatrici di reddito
  • Il Togo chiama, l'Italia risponde?
    Il progetto prevede lo sviluppo di un centro di aggregazione nella città di Lomé, nel quartiere popolare Be, per la formazione e l’avviamento al lavoro dei giovani studenti diplomati
  • Il Togo chiama, l'Italia risponde?
    Il progetto si propone di sostenere, attraverso la definizione di questo modello, un’iniziativa di promozione umana e di lotta alla povertà generando uno scambio interculturale tra la realtà locale e il territorio italiano
  • Il Togo chiama, l'Italia risponde?
    Un corretto trasferimento di conoscenze ai soggetti locali nei Paesi in via di Sviluppo è condizione necessaria per una vera promozione del contesto e della comunità: il progetto mira a fornire una preparazione teorica e tecnica completa ai futuri formatori, con metodi e strumenti pratici
  • Il Togo chiama, l'Italia risponde?
    Da un’analisi dei settori e della richiesta di manodopera è stato deciso di orientare la formazione sulle seguenti tematiche: grafica industriale, web, pubblicitaria; elettronica e informatica (reti e sistemi, riparazioni); multimedia (video e fotografie)
  • Il Togo chiama, l'Italia risponde?
    L’offerta formativa presso il Centro sarà improntata all’analisi e alla gestione di casi concreti, sviluppando progetti dell'associazione Afriaca locale. I lavori nati da richieste di clienti esterni saranno utili altresì per finanziare il centro e renderlo economicamente autonomo
  • Il Togo chiama, l'Italia risponde?
    Il centro si propone come luogo di aggregazione per tutti giovani. Al suo interno è previsto uno spazio di internet-point, fotocopie, stampe e foto, fruibile da tutti, che consentirà un’ulteriore raccolta fondi per l’auto-sostentamento del progetto
  • Il Togo chiama, l'Italia risponde?
    Verrà in particolare organizzato anche per le donne commercianti, un ciclo di appuntamenti incentrati sull’imprenditoria sostenibile, in modo da dare agli studenti adeguati strumenti e conoscenze per intraprendere ed impostare nuove iniziative generatrici di reddito
I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Pubblicità
Edicola San Paolo