logo san paolo
domenica 19 maggio 2019
 
Fotogallery

Sud Sudan, bambini in pericolo

19/04/2012Arrivare a cinque anni, nel Paese africano, è un'impresa. La malnutrizione è la prima battaglia da vincere (a cura di Federico Polvara - Foto: Siccardi-Sync).

  • Sud Sudan/Sos Bambini 2
    Una giornata di visite al centro contro la malnutrizione di Kuajok, gestito dalla Ong World Vision e sostenuto dall'Unicef. Viene usato il Muac, una semplice striscia di carta millimetrata per misurare la crescita dei bimbi. Di Luciano Scalettari e Federico Polvara; foto di Paolo Siccardi/Sync.
  • Sud Sudan/Sos Bambini 2
    Molte delle madri in attesa della visita per i propri bambini sono delle "ritornate", si tratta di famiglie fuggite nel Nord Sudan durante la guerra rientrate in patria con l'indipendenza (9 luglio 2011). Di Luciano Scalettari e Federico Polvara, foto di Paolo Siccardi/Sync.
  • Sud Sudan/Sos Bambini 2
    Il Centro nutrizionale allestito da World Vision e Unicef è stato aperto nell'autunno del 2011 all'interno del vasto insediamento di "ritornati" di Kuajok, che ha raddoppiato la dimensione della città. Di Luciano Scalettari e Federico Polvara, foto di Paolo Siccardi/Sync.
  • Sud Sudan/Sos Bambini 2
    I bambini vengono pesati con la "bilancia da campo" appesa a una trave della grande tenda dove avvengono le visite. Ne sono stati salvati dalla denutrizione circa 400.
  • Sud Sudan/Sos Bambini 2
    Al centro nutrizionale di Kuajok non si rivolgono solo i "ritornati" ma anche la popolazione locale. La denutrizione tuttavia colpisce soprattutto i rimpatriati, che in gran parte non hanno proprietà né lavoro.
  • Sud Sudan/Sos Bambini 2
    Un piccolo ricoverato nel centro nutrizionale di Gogrial, gestito da Medici senza frontiere e sostenuto dall'Unicef. Gogrial si trova a ridosso della zona di confine dove affluiscono decine di migliaia di profughi in fuga dagli scontri in corso oltre confine, nel Sudan del Nord.
  • Sud Sudan/Sos Bambini 2
    Il team dell'Unicef che ci ha accompagnato nel viaggio in Sud Sudan nel corso della visita al centro contro la malnutrizione di Gogrial.
  • Sud Sudan/Sos Bambini 2
    Un altro piccolo ricoverato al centro di Gogrial, affetto da malnutrizione grave. I bambini vengono nutriti con alimenti iperproteici che nel giro di tre mesi li riportano a condizioni di salute normali.
  • Sud Sudan/Sos Bambini 2
    Un piccolo sud sudanese al centro ricreativo di Kuajok. Le agenzie umanitarie e le Ong non si occupano solo di salute ma anche delle necessità di svago e di gioco dei minori: nel centro si fanno danze tradizionali, sport, teatro tradizionale e altre attività ludiche.
  • Sud Sudan/Sos Bambini 2
    In questa fase dell'anno, la stagione secca, molte madri e bambini sotto i cinque anni si trovano soli nei villaggi perché gli uomini (adulti ma anche ragazzi) si spostano con le madrie in cerca d'acqua.
  • Sud Sudan/Sos Bambini 2
    Ospedale di Kuajok. Un'ostetrica visita una donna all'ottavo mese di gravidanza. Meno del 5% delle donne ha la possibilità da farsi seguire dal punto di vista medico-sanitario, per la carenza di strutture. Il Paese ha uno dei tassi di mortalità materna più alti al mondo.
  • Sud Sudan/Sos Bambini 2
    La vaccinazione antipolio di un bimbo all'ospedale di Kuajok. La politica seguita dal governo sud sudanese, d'intesa con l'Unicef e le Ong presenti nel Paese è di fare tutti i vaccini entro il primo anno di vita.
I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Pubblicità
vetrina onlus

Ricerca d'avanguardia, cura d'eccellenza, affidabilità: l'impegno costante della Fondazione Policlinico...

Edicola San Paolo