logo san paolo
mercoledì 25 maggio 2022
 

Il cardinale Matteo Zuppi alla guida della Cei

CHIESA

Il Papa ha scelto il porporato di Bologna come presidente dei vescovi italiani tra la terna che gli era stata consegnata dai vescovi italiani. Era stato il più votato. Dopo di lui il cardinale Augusto Paolo Lojudice (Siena) e il vescovo Antonino Raspanti (Acireale)

Commenta
0
 
I vostri commenti

    L'articolo non ha ancora alcun commento

    chiesa

    «La politica resti laica», il saluto del cardinale Gualtiero Bassetti


    Il presidente della Conferenza episcopale italiana (Cei) lascia la guida dei vescovi italiani. Guerra, pedofilia, pandemia, fine vita al centro del suo discorso di commiato alla 76a Assemblea generale della Cei convocata a Roma dal 23 al 27 maggio. I presuli sono chiamati a votare la terna da sottoporre al Papa per la scelta del nuovo presidente.

     
    santi

    Perché si celebra il 24 maggio? Chi ha istituito la festa e perché? Chi sono i grandi apostoli della devozione a Maria Ausiliatrice? Ecco le cose da sapere

    festival della comunicazione

    Una serie di eventi per comprendere i messaggi che ci arrivano dal mondo. In programma la tavola rotonda con don luigi Ciotti e il convegno sul giornalismo fuori dal palazzo, tra la gente, con esponenti di primissimo piano

    l'esperto

    Le conseguenze della pandemia, il pericolo dell’infodemia, il fenomeno delle fake news tornato d’attualità con la guerra in Ucraina. Intervista al professore Ruben Razzante in occasione dell’uscita dell’edizione aggiornata del Manuale di Diritto dell’informazione e della comunicazione

    TESTIMONIANZE

    La giornalista francese cui Giovanni Falcone affidò la sua testimonianza raccolta nel libro "Cose di cosa nostra" è tornata a scrivere di lui: "Allora ebbi la sensazione di fare una cosa storica, oggi scrivo per dire che sarà pur vero che l'Italia ha inventato la mafia ma anche il modo di contrastarla"

    1992-2022

    Gli anniversari sono difficili per chi ha vissuto da dentro, rinnovano il dolore, anche a distanza di tanti anni graffiano l'anima, per questo il ricordo civile e doveroso dovrebbe tenersi alla larga dalla retorica e dalla tentazione del sensazionalismo a ogni costo

    IN VIVA VOCE

    Le prime notizie, il "botto" sentito in città, le indagini, il contesto, i ricordi. La strage di Capaci e Giovanni Falcone nella memoria di chi ha vissuto tutto sulla pelle. Voci di Alba Terrasi, Gian Carlo Caselli, Giovanni Paparcuri e Fausto Cardella.

    Pubblicità

     

    il dibattito

    La natura ci riserva sorprese che meravigliano sia il credente che il non credente. Come conciliare, allora, concezione biblica (l’azione di un Creatore) con la narrazione scientifica? La riflessione del teologo don Pino Lorizio, della Pontificia Università Lateranense

    geopolitica

    Capi di stato e di governo sono arrivati negli Emirati Arabi Uniti per rendere omaggio alla sceicco Khalifa Bin Zayed Al Nahyan (morto venerdì 13 maggio) e per complimentarsi con Mohammed Bin Zayed, noto come "MBZ",  eletto come nuovo leader dello Stato del Golfo. Giovanni Bozzetti spiega la centralità di questo Paese di 10 milioni di abitanti

    vetrina onlus

    Scegli di donare il tuo cinque per mille a Missioni Don Bosco, la tua firma diventa cibo, istruzione e amore per i bambini...

    mosca

    Cresce il dissenso, soprattutto tra i giovani, peggiora la situazione economica, chiudono negozi e aziende occidentali e i brand se ne vanno. I russi sono sempre più scontenti. Ma il peggio deve ancora venire

    regno unito

    Il governo di Boris Johnson vara un visto valido solo per le 37 migliori università del mondo ed esclude quelle del nostro Paese. Ma chi e con che criteri ha compilato la lista?

    A Cannes uno dei film più attesi

    Dopo aver riflettuto sui giorni drammatici del rapimento dal punto di vista delle vittime e degli aguzzini in "Buongiorno, notte", Marco Bellocchio sposta ora lo sguardo sui protagonisti (da Cossiga a Paolo VI) e sulla confusione di un Paese

    Uno sguardo alla famiglia

    Dal 22 al 26 Giugno 2022 si terrà a Roma, il X incontro mondiale delle Famiglie, in concomitanza della proclamazione dell'anno internazionale della famiglia da parte delle Nazioni Unite. Evento più unico che raro, soprattutto se si pensa alle difficoltà che hanno dovuto affrontare molti genitori durante gli anni della Pandemia.

    Secondo il sondaggio di Demopolis, il quorum è lontano: solo il 30% degli elettori andrà a votare. Il 58% degli interpellati...

    I libri più venduti

     
    Le iniziative di Famiglia Cristiana
     
    Multimedia
    A colloquio con il padre
    Don Stefano risponde
    Stefano Stimamiglio

    I figli, dono di Dio e frutto dell'amore

    Caro don Stefano, come docente di religione in una scuola superiore, se i miei alunni...

    SCRIVI AL DIRETTORE
    Calendario
    Liturgia del giorno

    Sir 35,1-15; Sal 49 (50); Mc 10,28-31
       

    Caterina de’ Pazzi nacque a Firenze nel 1566. A dieci anni ricevette la prima Comunione e fece voto di verginità perpetua. Nel 1582 entrò nel monastero carmelitano di S. Maria degli Angeli e il 3 gennaio 1583 vestì l’abito religioso assumendo il nome di Maria Maddalena. Ad un certo punto si ammalò gravemente tanto che i medici la diedero per spacciata e le fu consentito di fare la professione stando su un letto accomodato davanti all’altare della Vergine. Da quel momento ebbe inizio un periodo sorprendente di estasi, soprattutto dopo la Comunione, e per quaranta giorni ebbe la visione del dramma della Passione, lo scambio del suo cuore con quello di Gesù, e ricevette le stigmate e la corona di spine, invisibili ma dolorosissime. Durante un secondo ciclo di esperienze mistiche straordinarie, il Signore le disse che la Chiesa aveva bisogno di riforma e che a lei affidava la missione di richiamare all’urgenza del loro compito i religiosi e i dignitari della Chiesa. Temendo di essere vittima di un inganno, la santa ne parlò ai superiori e si consigliò con diversi religiosi, che la incoraggiarono a seguire senza esitare gli ordini di Dio. Nominata dapprima sottomaestra delle novizie, ne divenne poi la Maestra. Le estasi terminarono il 24 giugno 1604 quando rimase rapita tutto il giorno e cominciò per lei il periodo del «nudo patire» che aveva chiesto al Signore. In quello stesso anno fu eletta superiora contro il suo desiderio, ma poco dopo si ammalò e cominciarono tre anni di grandi sofferenze fisiche e morali. Si spense il 25 maggio 1607. Un anno dopo, il suo confessore eseguì la ricognizione del corpo che fu trovato fresco, integro e flessibile. Maria Maddalena fu beatificata nel 1626 e canonizzata nel 1669 da Clemente IX.. Le relazioni delle sue estasi, che riempiono cinque libri, confermano il grande influsso dottrinale che la santa esercitò nella spiritualità e nella pietà specialmente in Italia, da dove il suo culto si estese in tutta Europa.

      

    Neis, scopria la nuova ed elegante enciclopedia illustrata dei santi
     
    Il vangelo della famiglia
    Rito Romano / Rito Ambrosiano
    Il Caso della Settimana
     
    Le iniziative San Paolo
     
    I blog selezionati
    Il buongiorno di don Lillo
    Don Lillo Drogo

    Un podcast al giorno. Medita e prega con noi

    Uno spazio con musica, canti, testimonianze, preghiere per accompagnare la tua...

    Rito romano
    Laura Paladino

    VI Domenica di Pasqua (Anno C) 22 maggio 2022

    La Pace vera, dono del Risorto Il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre...

    Rito ambrosiano
    Don Vincenzo Marras

    Domenica 22 maggio 2022 - VI domenica di Pasqua

    In questa domenica che precede la festa dell’Ascensione la pagina del vangelo di...

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    Edicola San Paolo