Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 19 giugno 2024
 
 

Papa Roncalli, amato anche dalla Rete

17/04/2014  Giovanni XXIII è molto popolare anche sul web. Centinaia di siti mettono a disposizione foto e filmati d'epoca del Papa buono. E Radio Vaticana metterà a disposizione la digitalizzazione di ottomila nastri con le voci dei papi dal 1931 ad oggi.

Giovanni XXIII (Reuters).
Giovanni XXIII (Reuters).

Il motore di ricerca Google ha indicizzato più di un milione di pagine sotto la chiave di ricerca “Giovanni XXIII”, relative a siti che parlano del “papa buono” ma soprattutto a luoghi e istituzioni a cui è stato dato il suo nome e si arriva sino ad oltre sette milioni di riferimenti se la ricerca viene effettuata con la traduzione inglese del nome di papa Roncalli. Sono diverse centinaia anche le foto di papa Giovanni che sono state digitalizzate e inserite nel web, alcune delle quali sono divenute anche cartoline elettroniche che è possibile inviare insieme ad una dedica o una preghiera.

Nonostante la distanza temporale dall’era del web, la grande popolarità di cui gode Giovanni XXIII, ha permeato il web anche nell’area dei video nella quale si possono trovare alcuni discorsi originali e documentari sulla figura del papa e sul Concilio Vaticano II. In occasione della canonizzazione dei due Papi, radio vaticana ha presentato la digitalizzazione di ottomila nastri con le voci dei papi dal 1931 ad oggi.
Certamente tra gli eventi più ricercati ci sarà il famoso “discorso della luna”, pronunciato da papa Giovanni nella luminosa sera dell’11 ottobre 1962 giorno della solenne apertura del Concilio Vaticano II.

 
Edicola San Paolo