logo san paolo
lunedì 25 ottobre 2021
 
GPII
 

I Lefebvriani contro Wojtyla beato

20/04/2011  La beatificazione peggio dello tsunami. Il capo degli ultratradizionalisti attacca il Papa anche per l'annuncio della giornata di Assisi, nel ricordo di quella di Giovanni Paolo II.

Monsignor Marcel Lefebvre, fondatore della Fraternità Sacerdotale San Pio X nel 1970.
Monsignor Marcel Lefebvre, fondatore della Fraternità Sacerdotale San Pio X nel 1970.

I lefebvriani vanno all’attacco della  beatificazione di Giovanni Paolo II e si scagliano anche contro Benedetto XVI per la giornata interreligiosa per la pace convocata dal Papa ad Assisi per il prossimo ottobre, a 25 anni da quella voluta da Wojtyla.


Nella sua lettera agli amici e benefattori della Fraternità San Pio X, il superiore generale mons. Bernard Fellay definisce questi due eventi come «catastrofi ben più disastrose di tutte le catastrofi naturali”: «Il nuovo anno ci ha riservato molte sorprese, piuttosto spiacevoli per non dire drammatiche», afferma il vescovo svizzero ultra-tradizionalista, tuttora sospeso 'a divinis', anche se  la scomunica è stata revocata da Ratzinger all'inizio del 2009.

Insomma peggio dello tsunami: «Parliamo evidentemente degli avvenimenti che colpiscono la Chiesa, e non delle catastrofi a catena in Giappone, né dei disordini nei Paesi arabi e in Africa che pure dovrebbero servire a tutti da avvertimento!».

Per il vescovo tradizionalista la beatificazione è una “catastrofe spirituale”. Sulla beatificazione di Wojtyla, monsignor Fellay denuncia che «essa avrà come effetto immediato di consacrare l'insieme del suo pontificato, tutte le sue imprese, anche le più scandalose».

La lettera del superiore generale della Fraternità San Pio X elenca una serie di rilievi già fatti in passato da mons. Lefebvre: il nuovo Codice Canonico, la preghiera di Wojtyla in una chiesa protestante, la revisione del Concordato con l'Italia per cui il cattolicesimo non è più religione di Stato, la visita al tempio buddista, la delegazione vaticana alla posa della prima pietra della Moschea di Roma, la convocazione dell'incontro di Assisi nel 1986, tra gli altri.

E ne aggiunge altri: «Come baciare il Corano, e come le molteplici cerimonie di pentimento che lasciano pensare che la Chiesa sia colpevole di scismi che hanno visto perdersi tante anime cristiane». E poi conclude: "La Chiesa stessa è ormai esangue".

I vostri commenti
4
scrivi

Stai visualizzando  dei 4 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%