logo san paolo
giovedì 26 maggio 2022
 
Maddalena Corvaglia
 

I Mondiali con mio marito yankee e la nostra bambina

27/06/2014  La showgirl impegnata in Tv con Una voce per Padre Pio racconta come sta vivendo queste giornate, tra il marito americano Stef Burns impegnato in tour con Vasco Rossi e la piccola Jamie.

Maddelena Corvaglia con Massimo Giletti
Maddelena Corvaglia con Massimo Giletti

C'è un tifoso che, anche se la sua squadra ieri ha perso, è felice. Si chiama Stef Burns e, oltre a essere il chitarrista di Vasco Rossi, è il marito di Maddalena Corvaglia, la showgirl che stasera conduce su Rai1 con Massimo Giletti il varietà benefico Una voce per Padre Pio. «Lui è il classico americano che impazzisce per il baseball e di football, ma che ignora totalmente il calcio. Tranne ai Mondiali, in cui si trasforma in un tifoso sfegatato».

Un tifo ben riposto, visto che ieri gli Usa, pur avendo perso contro la corazzata tedesca, sono passati agli ottavi di finale, a differenza degli Italia. Almeno per ora, però, la coppia non è riuscita a seguire nessuna partita insieme. «Lui è in tour con Vasco e io così vedo le partite con un gruppo di amici sul Lago Maggiore. Nemmeno io sono un'appassionata di calcio. Ma quando ci sono i Mondiali è tutto diverso: mi diverte soprattutto notare le reazioni degli altri».

Questi Mondiali per Maddalena sono speciali anche per un'altra ragione: «Sono i primi che sta vedendo nostra figlia Jamie Carlyn. Non ha ancora tre anni e chissà cosa pensa di quegli uomini che si muovono in Tv. Ogni cosa che accade per lei è una scoperta ed è bellissimo osservarla».

Una voce per Padre Pio va in onda in diretta su Raiuno alle 20.35 dalla Piazza S.S. Annunziata di Pietrelcina (BN). Anche l’edizione 2014 è legata ad una raccolta fondi a sostegno dei progetti umanitari che l’Associazione “Una Voce Per Padre Pio Onlus”. Quest'anno la raccolta fondi sarà a favore di un liceo cattolico, nell’ambito del progetto “PADRE PIO POUR L’AFRIQUE”:   In Costa d’Avorio circa il 50% dei minori non possono andare a scuola, e oltre la metà dei giovani tra i 15 e i 24 anni non sanno né leggere né scrivere. Mancano scuole e, laddove sono presenti, lasciano molto a desiderare. Da qui è nata l’idea di costruire un liceo “cattolico”, un complesso di 13 mila mq, articolato con aule, laboratori, refettorio e dormitori annessi, un convitto di grande livello.

Con il numero solidale 45501 fino al 29 giugno si potranno donare 2 euro con un SMS inviato da cellulari TIM, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce e Noverca, o con una chiamata da rete fissa TeleTu o TWT Þ    Per gli utenti Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, si potranno donare 2 o 5 euro con una chiamata da telefono fisso. Si potrà donare anche con bonifico bancario (conto Banca Prossima, codice IBAN IT 25 D 03359 01600 100000019720).

 
Pubblicità
Edicola San Paolo