Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 19 maggio 2024
 
 

L'importanza di chiamarsi Immobile

23/06/2014  Contro l'Uruguay Prandelli schiera il capocannoniere della serie A. Napoletano che non teme la malasorte, visto che ha scelto la maglia numero 17. Speriamo abbia ragione lui.

Ciro, un nome un marchio di fabbrica, una provenienza stampata sulla carta d’identità: l’importanza di chiamarsi Ciro è che non puoi non essere napoletano, in questo caso da Torre Annunziata. Immobile, un cognome che non è un segno. Perché Ciro Immobile in campo è tutto fuorché un gatto di piombo. Fin da bambino, quando gli osservatori gli hanno messo gli occhi addosso che era piccolo ai tempi del Sorrento, amava arrivare con la palla in area, il suo terreno di pascolo preferito. Ma anche da fuori, se serve, ha una bella sventola.

Il fiuto del gol l’ha sempre avuto, fin da piccolo, e l’ha dimostrato da grande: alla Juve con cui ha esordito ha esordito in Champions league, poi al Pescara (con Verratti e Insigne), infine al Torino dov’è stato quest’anno capocannoniere con 22 gol. Dopo il mondiale volerà a Dortmund acquistato dal Borussia. Ma si dice che domani sarà anche nei suoi piedi il destino dell’azzurro in Brasile.

Le indiscrezioni della vigilia parlano di una coppia inedita con il coetaneo Balotelli, anche se leggenda li voleva incompatibili fino a ieri.
In effetti faceva strano vedere il ragazzone del Milan solo là davanti e il biondino del Toro seduto in panchina, senza il broncio però, nonostante tutti i palloni accumulati in rete. Di Immobile si dice che non sia facile mugugno, che abbia la famiglia sempre in testa: si è sposato a fine maggio e sarebbe un peccato essersi giocato la luna di miele per rimanere seduto a guardare.

Il sito di gossip americano BuzzFeed ha eletto la sua grazia di napoletano biondo la più avvenente del mondiale. Anche il bel tenebroso Cristiano Ronaldo ha dovuto cedere lo scettro. Come l’abbia presa Immobile non è dato di sapere, corre voce che abbia altro per la testa in queste ore. Con la smorfia ha fatto i conti all’inizio, esorcizzandola: si è scelto il numero 17, compleanno dell’amata Jessica. Ma pare che non manchi mai di accendere la concentrazione della partita mandando a mamma l’ultimo sms. 

I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo