Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 22 aprile 2024
 
A Roma
 

Partita per la Pace: il primo settembre allo stadio con il Papa

22/07/2014 

Gianluigi Buffon sarà uno dei protagonisti della Partita interreligiosa per la pace.
Gianluigi Buffon sarà uno dei protagonisti della Partita interreligiosa per la pace.

Il copyright dell'iniziativa è di papa Francesco, il compito di realizzarla è stato affidato all'ex capitano nerazzurro Javier Zanetti. Stiamo parlando della Partita interreligiosa per la pace che si svolgerà il 1° settembre allo Stadio Olimpico di Roma. Dopo aver appeso le scarpette al chiodo, Zanetti tornerà quindi in campo su richiesta nientemeno del Papa, suo connazionale e gran tifoso del San Lorenzo.

«Sarà molto importante per il messaggio che lanceremo: unire tutte le religioni per la pace», ha detto Zanetti in un'intervista a Famiglia Cristiana. Insieme a lui, tanti altri campioni del calcio mondiale, da Messi a Buffon, da  Zidane a  Baggio e  Pirlo, fino a  Nagatomo Samuel Eto
o, ognuno in rappresentanza delle diverse religioni. «Sono orgoglioso di poter offrire il mio contributo allorganizzazione di questa partita», afferma Zanetti, che spiega anche come è nata l'iniziativa: «Era laprile del 2013 quando papa Francesco, durante un nostro incontro, ha voluto condividere lidea di creare un momento di fratellanza e unione tra le diverse religioni. Da allora stiamo dedicando grandi energie affinché questo evento sia una serata di grande calcio e di raccolta fondi nonché soprattutto una festa dei popoli e unopportunità di riflessione comune, senza dimenticare lobiettivo immediato di finanziare il progetto UnAlternativa di Vita».

Si tratta di un'iniziativa che si rivolge ai bambini dai 3 ai 13 anni che vivono in contesti sociali ed economici svantaggiati. Non a caso, sono coinvolte due realtà impegnate nell'aiuto alle fasce più deboli della società, in Europa, in Sudamerica e nel resto del mondo: Scholas Occurrentes, unentità educativa di bene pubblico promossa dal Pontefice, che utilizza la tecnologia, larte e lo sport per promuovere lintegrazione sociale e la cultura dellincontro e che ha sede presso la Pontificia Accademia delle Scienze nel Vaticano e la Fondazione P.U.P.I. Onlus, creata da Paula e Javier Zanetti che da oltre dieci anni promuove e sostiene programmi di adozione a distanza e assistenza per i bambini più disagiati di Buenos Aires. Dal 2001 infatti, la Fondazione P.U.P.I., negli spazi della propria sede sociale di Buenos Aires (ARG), mette a disposizione dei giovani ospiti una rete di assistenza e supporto: aiuto nei compiti, sostegno sanitario, assistenza sociale, offerta ludica e formativa.

Scholas vuole migliorare l’educazione e ottenere l’integrazione delle comunità, con un’attenzione particolare su quelle di minori risorse, coinvolgendo tutti gli attori sociali, vincolando scuole e reti educative di tutto il mondo, attraverso proposte pedagogiche, sportive e artistiche Il pedagogo e teólogo argentino, José Maria Del Corral, direttore mondiale di Scholas, ha affermato su questo inedito incontro: “Questa è la finale del Mondiale in cui, tutti noi che vogliamo un mondo senza guerre nè fame, possiamo vincere. Che questa partita si possa giocare tutti assieme, ebrei, musulmani e cristiani, tutti per l’unità nella diversità”. Allo stesso modo, Enrique Palmeyro, direttore di Scholas, ha affermato: “La partita Interreligiosa per la pace, non è solo un evento sportivo o un’altra gara di solidarietà, è un’opportunità unica perché ci uniamo alla chiamata di Papa Francesco nel suo instancabile lavoro a favore della Pace. Il mondo ha bisogno del nostro sforzo e impegno”.

La partita sarà trasmessa in diretta su Raiuno e Radio Uno ed è patrocinata da Comune di Roma, CONI, FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio), e Lega Serie A. Venerdì 25 luglio 2014 inizierà ufficialmente la prevendita dei biglietti sia attraverso i punti vendita Listicket – Gruppo TicketOne - sul territorio sia online attraverso il sito www.listicket.com. Per trovare il punto vendita più vicino consultare il link: www.puntolis.it/storelocator/defaultsearch.aspx. I prezzi dei tagliandi vanno dagli 8 euro delle curve ai 10 euro della Tribuna Tevere e ai 30 della Tribuna Monte Mario. Il ricavato della vendita sarà ovviamente devoluto interamente in beneficienza.

Multimedia
Partita per la Pace: i grandi campioni sul prato dell'Olimpico
Correlati
Javier Zanetti: «La pace è una delle maggiori preoccupazioni del Papa»
Correlati
Partita per la Pace: i grandi campioni sul prato dell'Olimpico
Correlati
Edicola San Paolo