logo san paolo
giovedì 14 novembre 2019
 
In forma
 
Benessere

10 regole per scegliere la palestra giusta

30/10/2014  Perché la pigrizia non abbia la meglio occorre trovare il posto giusto dove allenarsi. Oltre all’offerta dei corsi, è importante fare attenzione a spogliatoi, parcheggi, orari, dimensioni e raggiungibilità da casa o dall’ufficio.

Autunno: stagione di buoni propositi. Nelle palestre, dopo la pausa estiva, ricominciano i corsi. È uno dei due periodi dell’anno (l’altro è gennaio-febbraio) che fa registrare il maggior numero di iscrizioni, il 20 per cento in più.
Prima di mettere sotto pressione i muscoli e superare la pigrizia, bisogna scegliere la palestra ideale, quella che non si molla dopo tre mesi. Quali le regole da seguire? Consigli e suggerimenti da George Ghandour, communication manager di Aspria Harbour Club a Milano. Poche ma fondamentali le “dritte”, utili per non perdere tempo, denaro e motivazione. Racchiuse in 10 punti.

1) Vicino a casa o lavoro

Decidi se ti è più comodo frequentare una palestra vicino casa o all’ufficio. La scelta va di pari passo con l’ora in cui pensi di allenarti: mattino, pausa pranzo, fine giornata, week-end. In tutti i casi, un unico consiglio: il tuo club non deve essere a più di 15 minuti di distanza.

2) In auto o con i mezzi pubblici, basta arrivarci

  

Se ti sposti in macchina, verifica che il club scelto abbia un suo parcheggio (meglio se sorvegliato) o qualche convenzione con parcheggi vicini Eviterai di girare per ore a caccia di un posto libero. Usi i mezzi pubblici? Controlla che ci siano fermate in zona.

3) Grande o piccola, questo è il dilemma

Se il tuo scopo è solo allenarti, perfetta la palestrina sotto casa, familiare, intima, dai costi ridotti. Se desideri vasta scelta di corsi, macchinari super tecnologici, zona relax, Spa, ristorante opta per il club di medie-grandi dimensioni. Non solo gym ma anche socialità.

4) La cerchi con piscina?

  

Ami nuotare, fare attività in acqua? La tua scelta non può prescindere da una palestra con piscina. Che può essere piccola, di 20/25 metri se sei principiante; olimpionica se il nuoto è l’attività che prediligi. Ricorda: in genere il binomio palestra-piscina è difficile da associare. Ma non impossibile. Basta cercare.

5) Verifica gli orari di apertura e chiusura (e quelli del week-end).

 Un club che apre tardi la mattina (dopo le 7) e chiude i battenti alle 21, limiterebbe la frequenza. Allo stesso modo, una aperta poche ore nel fine settimana, quando hai maggiore disponibilità di tempo, non ti darebbe molte chance.

6) Corsi fitness e attrezzature

  

Sei patito dei corsi in sala? Analizza il planning (disponibile alla reception del club). Individua le lezioni che ti piacciono, poi incrociale con gli orari in cui andrai ad allenarti. Un buon club offre sempre molte possibilità sui corsi fitness più amati e frequentati.

7) Una macchina ogni 50 soci…

Sei un frequentatore della sala attrezzi? Valuta il numero dei più richiesti (tapis roulant, vogatore, cyclette). Il giusto equilibrio per evitare inutili e demotivanti attese è un attrezzo ogni 50 soci. E fai un salto nelle ore di punta (13.30 – 18.30) per osservare il reale affollamento.

8) Non puoi lasciare i figli? Portali con te

  

Molte palestre si sono attrezzate con aree sorvegliate, baby sitting e tante attività per i più piccoli mentre mamma (o papà) si allenano. Se hai questa necessità, chiedi al momento dell’iscrizione.

9) Lo spogliatoio è tutto

La qualità di un club si nota dai particolari. Importanti i locali che usi prima e dopo l’allenamento. Verifica quante volte al giorno vengono puliti gli spogliatoi, specie bagni e docce, se ci sono phon a disposizione o prese per attaccare il tuo. E controlla il numero di armadietti. La giusta proporzione? Dieci ogni 200 iscritti.

10) Quanto costa un abbonamento?

  

Ogni palestra offre tante alternative. Si può scegliere la formula oraria, con o senza week-end, solo week-end, acquistare pacchetti di ingressi. Chiedi al momento dell’iscrizione.

I più gettonati

Ecco i corsi che non devono mancare, con i consigli di Laura Puccini, personal trainer a Milano.
GAG (GAMBE-ADDOMINALIGLUTEI)
È il corso migliore per modellare i punti critici. A corpo libero o con piccoli attrezzi è adatto a uomini e donne, esperti e principianti.
PAMP
Tonificazione a tempo di musica. Il binomio vincente è il connubio pesi-musica. Oltre a migliorare l’aspetto tonico generale, allena il sistema cardiovascolare.
STEP
Un gradino per stare in forma. Una piattaforma dalla quale salire, scendere, saltellare, fare coreografie. Tutto a tempo di musica. Il risultato? Muscoli d’acciaio, riflessi pronti, elasticità. E tensione disciolta insieme al grasso.
INDOOR CYCLING
La rivoluzione del pedale. Una bici stazionaria su cui percorrere salite, discese, sprint. Il tutto in sala, con la musica a dettare tempi e intensità. Un classico irrinunciabile nel programma di ogni palestra.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
CREDERE
€ 88,40 € 52,80 - 40%
FELTRO CREATIVO
€ 22,00 € 0,00 - 18%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%