Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
martedì 21 maggio 2024
 
 

5x1000: che cosa deve cambiare

01/08/2013  Una scheda con ciò che deve cambiare per rendere più equo ed efficiente il meccanismo del 5x1000.

Scheda: che cosa deve cambiare con il 5x1000  – È indispensabile una legge che stabilizzi l’istituto del 5 per mille, svincolandolo da decisioni governative che ogni anno devono essere rinnovate e dal rischio di decurtazioni.

– La norma deve sancire che l’intera cifra devoluta dai contribuenti andrà ai beneficiari.

– L’interlocutore istituzionale dev’essere unico e le procedure uguali per tutti gli enti non profit.

– I pagamenti devono arrivare in tempi molto più brevi.

– Anche per gli enti di promozione culturale, il contribuente deve poter indicare il codice fiscale della “sua” organizzazione, come per tutti gli altri.

– La rendicontazione separata va abolita e sostituita con un capitolo del bilancio annuale

Qualche dato

Qualche dato

17 MILIONI: gli italiani che hanno scelto di destinare al non profit il cinque per mille.

93 MILIONI: i fondi sottratti al non profit dal governo nel 2011 (487 milioni raccolti meno 395 distribuiti).

45.000: le istituzioni non profit in totale che si sono iscritte al 5 per mille.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo