Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
giovedì 18 aprile 2024
 
in sicilia
 

Oratorio aumentato, un progetto per valorizzare le bellezze del territorio

07/10/2023  A Messina nasce "Oratorio aumentato - Tracciare sentieri, costruire comunità", il progetto di realtà aumentata, all'interno del programma quadriennale "Di bellezza si vive", realizzato da giovanissimi per riqualificare il sentiero di Catarratti

Non sempre la realtà è davanti ai nostri occhi. A volte, per riuscire a vederla davvero serve un po’ di immaginazione o, come in questo caso, l’app di uno smartphone. Di cosa stiamo parlando? Del nuovo progetto Oratorio aumentato – Tracciare sentieri, costruire comunità, realizzato da bambini e ragazzi nella frazione messinese di Catarratti con l’obiettivo di valorizzare, attraverso la realtà aumentata, il sentiero che dalla Chiesa del quartiere conduce al Santuario della Madonnuzza, nel bosco di Camaro.

I giovanissimi, provenienti dalla Parrocchia S. Giuseppe di Bisconte Catarratti, dalla comunità del territorio, da 3 classi dell’Istituto Verona Trento, da una classe del Liceo Emilio Ainis, dalle classi elementari dell’Istituto Comprensivo La Pira-Gentiluomo e dalla Comunità di Sant’Egidio, hanno prima raccolto storie, ricordi e lezioni apprese dagli incontri con la Forestale e poi hanno realizzato contenuti in realtà aumentata, costruendo un percorso narrativo che si snoda lungo le 7 tappe del sentiero, a cui poter accedere tramite la specifica applicazione di BePart

«L'Amministrazione del sindaco Federico Basile sta investendo soprattutto sui giovani e i più piccoli al fine di sensibilizzarli alla diffusione e allo sviluppo di una cultura sostenibile», ha sottolineato l’Assessora alle Politiche giovanili di Messina Liana Cannata, confermando ulteriormente l’impegno già dimostrato dal Comune con l’intervento di pulitura e messa in sicurezza del sentiero, che ha ripristinato le condizioni igienico-sanitarie e ha consentito ai ragazzi di realizzare il loro obiettivo.

L’iniziativa dell’Oratorio aumentato, che si configura come una ricerca-azione (ossia come una ricerca condotta direttamente da chi vive nel contesto studiato, volta a individuare i problemi esistenti e a sperimentare soluzioni immediate), rientra nell’ambito del più ampio progetto quadriennale Di Bellezza Si Vive, nato a maggio del 2020 per contrastare la povertà educativa minorile trasferendo il potere della bellezza in ambito formativo. L’idea di fondo è appunto quella di creare, attraverso un percorso di ricerca-azione, un metodo di apprendimento originale che dimostri come la bellezza – nel campo dell’arte visiva, della musica, del teatro, della danza, del paesaggio e della cura dei luoghi – rappresenti l’unica esperienza capace di estendere il potenziale degli individui da un punto di vista emozionale, cognitivo e comportamentale.

«I giovani sono stati i veri agenti del cambiamento della comunità educante», ha affermato la responsabile Giorgia Turchetto, «e la loro insistenza è stata premiata»: il sentiero (inaugurato e restituito alla comunità alla fine dello scorso giugno) è stato infatti inserito tra le offerte degli itinerari turistico-culturali e paesaggistici dal Comune di Messina.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo