logo san paolo
venerdì 21 gennaio 2022
 
 

A Rimini sposi in spiaggia come Brooke e Ridge

05/03/2015  Si chiamerà “la Casa dei matrimoni” il gazebo di 90 metri quadri con palco in legno di 300 metri. Il sindaco potrà celebrare matrimoni civili per residenti e non. C'è chi chiede un un protocollo con la Curia per consentire anche i matrimoni religiosi.

Il progetto del Gazebo per i matrimoni che verrà costruito a Rimini
Il progetto del Gazebo per i matrimoni che verrà costruito a Rimini

Vi ricordate il matrimonio di Ridge e Brooke sulla spiaggia di Malibù, sotto un arco di fiori piantato nella sabbia, con lo sfondo dell’oceano? “Quale?” chiederete. Naturalmente il primo- perché è noto che nell’eterna saga di Beautiful, la più famosa nella storia delle soap, ci si sposa e si divorzia con sorridente disinvoltura, anche in presenza di tragedie, e la fortunatissima coppia, ormai scoppiata e imbolsita, si è sposata ad oggi ben sette volte- quando entrambi erano giovani, bellissimi e di bianco vestiti. Quell’immagine un po’ straniante deve essere rimasta impressa anche nel cuore dei più giovani, che a suo tempo probabilmente non hanno seguito le puntate, ma si sa, esistono le repliche, e poi alcune fiction rimangono nell’aria e influenzano la storia del costume. Fatto sta che dalla prossima estate, a grande richiesta, sarà possibile anche a casa nostra replicare le loro romantiche gesta.

Tra le tante promesse della riviera romagnola ci sarà anche il matrimonio “alla Beautiful”, in riva al mare, nella Rimini di Fellini. E’ dei giorni scorsi infatti il via libera del Comune della città romagnola alla costruzione di un gazebo di 90 metri quadri con tanto di palco in legno di 300 metri e “gabbiotto” di servizio annesso. Il tutto naturalmente non in una spiaggia incontaminata, si fa quel che si può, ma a piazzale Boscovich, in prossimità del porto. Si chiamerà “la Casa dei matrimoni” ed essendo di proprietà del Comune andrà ad aggiungersi alle location dove il sindaco o chi per lui potrà celebrare matrimoni civili per residenti e non.

Naturalmente i novelli sposi non potranno godere di quella incantata solitudine immortalata dalla soap né la novella Brooke - almeno si spera - potrà raggiungere il suo promesso in sella a un cavallo bianco. Alla fantasia romagnola comunque non c’è limite. Chi vivrà vedrà. Intanto, oltre al porto, avranno sullo sfondo la ruota panoramica, una delle più alte del mondo. Forse un tantino circense, ma non è giusto che la pacchianeria colpisca solo i vip.

Ci hanno costretto a sopportare le nozze non stop di Amal e Clooney e le babucce da cerimonia di Briatore, anche la Marini ha avuto il suo - fulmineo- matrimonio da favola con migliaia di costosissime rose, vogliamo negare un minimo di kitsch anche alla gente comune? E pensare che un consigliere riminese del Nuovo centro destra ha invocato un protocollo con la Curia per consentire il sogno anche ai matrimoni religiosi. L’abbiamo già detto: alla fantasia romagnola non c’è limite. Resta l’incognita meteo, naturalmente, ma c’è da scommettere che nel “pacchetto” provvederanno anche a quello.

I vostri commenti
6

Stai visualizzando  dei 6 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo