logo san paolo
sabato 27 novembre 2021
 
 

Ragazzi, quante energie!

07/12/2012  Arriva nelle scuole "EnergicaMente" un progetto per imparare a risparmiare energia e poi insegnarlo anche ai genitori.

Lo conferma Paolo Abati, direttore generale di Estra, impresa che «ha scelto da tempo di farsi conoscere anche per l’attività di sensibilizzazione all’uso consapevole dell’energia. Può sembrare strano per un’azienda il cui core business è il mercato del gas e dell’energia elettrica, ma il fatto che i nostri soci siano i Comuni ci rende ancora più sensibili alla promozione del rispetto dell’ambiente e al risparmio energetico». Sul sito www.energicamenteonline.it le scuole possono interagire, chiedere informazioni e scaricare materiali della campagna. Come il piccolo e coloratissimo manuale Quante energie!, che in modo semplice ma esaustivo affronta numerosi temi relativi all’energia: cos’è, come viene utilizzata, le diverse fonti, il risparmio energetico.

E poi tanti contenuti che riguardano l’acqua e i rifiuti. Si può anche stampare un poster da appendere in classe, che presenta la campagna, e la locandina con i dettagli per partecipare ai concorsi. Durante le attività, che avranno carattere ludico, saranno proiettati video e realizzati esperimenti su temi come il cambiamento climatico, l’effetto serra, l’efficienza energetica e le energie rinnovabili. Perché anche giocando s’impara.Imparare a risparmiare energia e suggerirlo anche ai genitori? Si può fare anche con un gioco dell’oca speciale o attraverso laboratori teatrali ad hoc: sono soltanto alcune delle iniziative promosse dalla seconda edizione di EnergicaMente. A scuola di energie rinnovabili, campagna educativa sul risparmio energetico e la sostenibilità ambientale ideata dall’azienda Estra, in collaborazione con Legambiente e Giunti Progetti Educativi.

Il progetto coinvolgerà circa 18mila alunni e 500 classi – le quinte delle elementari e il triennio delle medie – di Toscana, Umbria, Marche, Molise e Abruzzo. Di queste, 250 hanno scelto di fare anche percorsi didattici in aula curati da Legambiente (3 incontri di 2 ore ciascuno, per un totale di 6 ore), mentre altrettante lavoreranno con il kit didattico realizzato da Giunti Progetti Educativi e fornito a 600 insegnanti.

Nel kit, il volumetto per i ragazzi Quante energie! Conoscerle e usarle bene, una guida per l’insegnante e un calendario perpetuo da appendere in classe, con vignette e piccoli consigli sul risparmio energetico. In cantiere anche due concorsi, uno per gli istituti scolastici (chiamati a realizzare cortometraggi con videocamera, fotocamera, telefonino sul tema Energia: tre azioni per risparmiarla, tre minuti per raccontarla) e l’altro – Ri-Energyrivolto alle famiglie, invitate a compilare un questionario sulle abitudini domestiche relative al consumo di energia: le cinque più informate e più attente al risparmio saranno premiate con buoni per la fornitura di gas metano. Si può partecipare entro il 19 aprile 2013. Obiettivo? Promuovere fra i ragazzi e i loro genitori una cultura del risparmio energetico e informare sulle tecnologie che utilizzano energie rinnovabili.

«Il successo di questo progetto lo dimostrano i numeri. Per la scuola, che sta vivendo un momento difficile, avere strumenti utili per realizzare attività didattiche è fondamentale ed “Energicamente” rappresenta un valido contributo grazie ai tanti materiali che mette a disposizione», commenta Simona Merlino, responsabile Promozione e Sviluppo di Giunti Progetti Educativi. Concorda Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana: «In tempi di ristrettezze economiche è importante riuscire a portare avanti attività educative così significative. Siamo grati a Estra che continua a credere in “Energicamente”, investendo quindi sulle nuove generazioni verso uno stile di vita più consapevole».



Lo conferma Paolo Abati, direttore generale di Estra, impresa che «ha scelto da tempo di farsi conoscere anche per l’attività di sensibilizzazione all’uso consapevole dell’energia. Può sembrare strano per un’azienda il cui core business è il mercato del gas e dell’energia elettrica, ma il fatto che i nostri soci siano i Comuni ci rende ancora più sensibili alla promozione del rispetto dell’ambiente e al risparmio energetico». Sul sito www.energicamenteonline.it le scuole possono interagire, chiedere informazioni e scaricare materiali della campagna. Come il piccolo e coloratissimo manuale Quante energie!, che in modo semplice ma esaustivo affronta numerosi temi relativi all’energia: cos’è, come viene utilizzata, le diverse fonti, il risparmio energetico.





E poi tanti contenuti che riguardano l’acqua e i rifiuti. Si può anche stampare un poster da appendere in classe, che presenta la campagna, e la locandina con i dettagli per partecipare ai concorsi. Durante le attività, che avranno carattere ludico, saranno proiettati video e realizzati esperimenti su temi come il cambiamento climatico, l’effetto serra, l’efficienza energetica e le energie rinnovabili. Perché anche giocando s’impara.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo