Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 22 aprile 2024
 
 

A Verona per giocare

17/09/2010  A fine settembre arriva Tocatì, festival internazionale dei giochi di strada.

Tutti a giocare a Verona il 24, 25 e 26 settembre per partecipare a Tocatì,  (tòca-a-tì: dalla voce dialettale veronese che vuol dire "tocca a te")  festival internazionale dei giochi di strada. 

 Per tre giorni nel centro storico della città, patrimonio dell’Unesco, spariscono le automobili per ospitare i giocatori. Protagonista della ottava edizione è il gioco tradizionale delle montagne e ospite d’onore è la Svizzera. Si vedranno il  lancio della pietra di Unspunnen, giochi sopravvissuti in piccole zone alpine come il Quilles à mont, giochi di lotta come lo schwingen dell’Appenzell, e altri come il platzgen, dove si lancia uno strumento a forma di stella.

Tra gli italiani ci saranno moltissimi giochi di montagna, come palet, fiolet e rebatta (tutti Val d’Aosta), lotta tirolese, ruzzola (Appennino modenese) morra della Barbagia, truc (Friuli) e nastro d’amore di Avellino. Ricordiamo che il gioco tradizionale è stato considerato dall’Unesco parte del patrimonio immateriale dell’Umanità (2003, Carta Internazionale del Gioco). All’ospite d’onore è dedicata piazza Svizzera, in piazza dei Signori, dove il pubblico potrà scoprire tradizioni e suggestioni del territorio elvetico. Negli stand di Svizzera Turismo si potranno inoltre ricevere informazioni su città, monti e laghi e degustare vini e formaggi tipici.  
COSA SI FA I giochi sono praticati ogni giorno per otto ore come spettacolo per il pubblico, chi lo desidera può partecipare e imparare. Sono previsti numerosi momenti conviviali, con concerti per strada e aperitivi nelle piazze e nelle osterie. Un servizio speciale di imbarcazioni istituito per il Festival consentirà di visitare Verona navigando lungo l’Adige. Nelle “Cucine del festival” e nella “Osteria del gioco” si potranno gustare i vini e i prodotti tipici della Svizzera e della zona di Verona, per scoprire e rivalutare i sapori della tradizione.   

In caso di pioggia il festival si tiene in spazi al coperto. La partecipazione è gratuita. È prevista un’accoglienza particolare ai disabili per l’accesso ai giochi.  Informazioni turistiche: Consorzio Verona Tuttintorno, sito www.veronatuttintorno.it;  www.tocati.it 
   

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo