logo san paolo
venerdì 27 gennaio 2023
 
dossier
 

Addio a Gina Lollobrigida, una delle dive più amate del cinema italiano

16/01/2023  Aveva 95 anni. Ha recitato in decine di pellicole ed è stata diretta da registi come Comencini, De Sica, Soldati. Dopo il ritiro dalle scene si era dedicata alla fotografia e alla scultura

Con Frank Sinatra nel film Mai così pochi del 1959
Con Frank Sinatra nel film Mai così pochi del 1959

È scomparsa all’età di 95 anni Gina Lollobrigida, una delle dive più amate del cinema italiano, la diva che per anni rivaleggiò idealmente nell’immaginario del pubblico italiano con Sophia Loren.  Protagonista di numerose pellicole, forse il suo ruolo più emblematico resta quello della “bersagliera” in Pane amore e fantasia di Luigi Comencini, a fianco di Vittorio De Sica. Altro ruolo rimasto nell’immaginario collettivo quello della Fata Turchina nel film Pinocchio (1972), sempre di Comencini. Nata a Subiaco il 4 luglio 1927 si fece notare classificandosi al terzo posto al Concorso di Miss Italia del 1947. Dopo aver fatto la comparsa a Cinecittà e aver lavorato nei primi fotoromanzi, debuttò al cinema, per poi volare verso Hollywood nel 1950 chiamata da Howard Hughes ma decise quasi subito di rescindere il contratto per tornare a Roma. Ha lavorato con i principali registi italiani:  Alberto Lattuada, Vittorio De Sica, Mario Monicelli, Pietro Germi, Alessandro Blasetti e Mario Soldati ma anche con registi stranieri come Vincent Sherman, John Huston, Carol Reed, King Vidor, Melvin Frank, Robert Z. Leonard, affiancando divi di fama mondiale come Rock Hudson, Tony Curtis, Yul Brynner, Anthony Quinn, Sean Connery, Robert Alda, Burt Lancaster, Errol Flynn, Humphrey Bogart e David Niven.

Negli anni Settanta si ritirò dalle scene per intraprendere una carriera di scultrice e fotografa diventando autrice di celebri reportage tra cui uno su Fidel Castro. Nel 1984 apparve nel celebre serial statunitense Falcon Crest: guadagnandosi una candidatura al Golden Globe per la miglior attrice non protagonista in una serie. Del 1988 è il remake televisivo de La romana (nella prima versione di Luigi Zampa del 1954 era la protagonista) diretto da Giuseppe Patroni Griffi, ove la Lollobrigida sostenne il ruolo della madre della protagonista, interpretata da Francesca Dellera. Nel 1996 fu premiata con il David di Donatello alla carriera  e a lei è dedicata anche una stella nella Walk of fame di Hollywood. Spesso ospite di trasmissioni televisive, è stata al centro di una complicata vicenda legata al matrimonio con un uomo spagnolo di  36 anni più giovane di lei. Dopo aver dichiarato di essere stata sposata con l’inganno il caso fu portato in tribunale e si concluse con l’annullamento del matrimonio. Nel 1999 si candidò al Parlamento europeo in una lista di Centrosinistra, I Democratici, senza però essere eletta. Nel settembre scorso era stata operata al femore dopo una caduta. 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo