logo san paolo
sabato 27 novembre 2021
 
addio al grande attore
 

Luca ed Eduardo, quel rapporto tormentato sul palcoscenico

28/11/2015  Nipote di Edoardo Scarpetta e figlio del grande drammaturgo e attore napoletano Eduardo De Filippo, Luca, precocemente scomparso,aveva debuttato in scena a soli sette anni nel ruolo di Peppiniello in "Miseria e nobiltà".

Cresciuto sul palcoscenico, nipote di Edoardo Scarpetta e figlio del grande drammaturgo e attore  napoletano Eduardo De Filippo, Luca aveva debuttato in scena a soli sette anni nel ruolo di Peppiniello in Miseria e nobiltà, farsa del nonno. Sua madre è morta quando era piccolissimo e anche la sorellina Luisella,  quindi per lui è stato naturale crescere affiancando il padre  in scena e nelle edizioni televisive delle  celeberrime commedie Natale in casa Cupiello, Napoli milionaria, Sik Sik l’artefice magico, Sabato domenica e lunedì, Filumena Marturano. Tutti cavalli di battaglia di Eduardo a lui poi trasmessi geneticamente. Un' intera famiglia in scena composta anche dagli zii Peppino e Titina, fratelli di Edoardo, e dai cugini tra cui Luigi, anche lui attore, non potevano che segnare il suo destino,  come quello delle antiche famiglie di comici che tramandavano il loro mestiere di padre in figlio.

 Ma Luca, data la sua innata curiosità, ha anche arricchito la sua preparazione e formazione,  emancipandosi dai ruoli paterni e  interpretando anche Pirandello, Beckett, Feydeau. Ritornando ad interpretare i ruoli di De Filippo aveva così approfondito la componente più drammatica piuttosto che quella comica dell’ingombrante modello paterno. Il padre, severissimo con i suoi attori, non ha mai elogiato il figlio, pur stimolandolo con ruoli sempre differenti. Dal 1981, prima della morte del padre nel 1984,  aveva infatti fondato e diretto una sua compagnia teatrale, "La compagnia di teatro di Luca De Filippo" e si cimenta anche come regista e come attore cinematografico, oltre ad essere maestro di attori anche nella Scuola del Teatro Stabile partenopeo.  Aveva iniziato questa  stagione teatrale portando in scena con successo Non ti pago con il quale doveva debuttare al Piccolo Teatro ai primi di novembre,  ma alla vigilia del debutto,  un male incurabile, appena diagnosticato, ha interrotto la sua vita in scena.

I vostri commenti
4

Stai visualizzando  dei 4 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo