logo san paolo
mercoledì 29 giugno 2022
 
Padre Enzo Poiana
 

Addio al Rettore del santuario di Sant'Antonio di Padova

17/08/2016 

È morto Padre Enzo Poiana, rettore del santuario di Sant'Antonio di Padova. Aveva 56 anni. Il religioso era in vacanza a Bibione. Era rettore alla comunità dei frati del Santuario dal 2005. Padre Poiana dopo un bagno in mare era risalito e si era seduto sotto l'ombrellone dove sarebbe stato colto da un infarto. Inutili i tentativi di soccorso. I frati del Santo hanno reso noto che la camera ardente sarà allestita nella Sala del Capitolo - Chiostro della Magnolia. Le esequie saranno celebrate in Basilica, in una data ancora stabilire. «Di padre Enzo Poiana - rilevano i confratelli - ricordiamo la grande umanità, che lo reso vicino a tutti, in particolare alla gente semplice e umile, il grande amore per il nostro Santo. Più volte ha accompagnato le sue reliquie nel mondo: India, Sri Lanka, Ukraina, Stati Uniti

Durante il rettorato di padre Enzo, sono da ricordare l'importante restauro della Cappella dell'Arca e la successiva ostensione del Corpo di Sant'Antonio (febbraio 2010), che ha portato a Padova più di duecentomila pellegrini. Padre Enzo era nato a Corona di Mariano del Friuli il 17 gennaio 1959. Il 2 ottobre 1983 era entrato nell'Ordine dei Frati Minori Conventuali. Per il suo impegno pastorale era stato anche nominato Cappellano Conventuale ad honorem del Sovrano Militare Ordine di MaltaPer ricordare padre Enzo Poiana riproponiamo l'intervista al settimanale "Credere", in cui il rettore di Sant’Antonio a Padova svela cosa cercano le persone che ogni anno, a milioni, partecipano ai pellegrinaggi.

I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo