logo san paolo
sabato 28 maggio 2022
 
 

Addio Cacciami: grande penna e grande cuore

19/03/2012  Morto a 87 anni uno dei fondatori della Fisc e del Sir, sacerdote dedito all'informazione e al sociale.

Saranno celebrati domani, 20 marzo, a Grignasco, i funerali di monsignor Giuseppe Cacciami, morto sabato scorso. Fra i fondatori della Fisc, Federazione italiana settimanali cattolici, e dell’agenzia Sir, direttore emerito dei settimali diocesani novaresi, monsignor Cacciami, 87 anni, si era dedicato al mondo della comunicazione fin dagli anni Cinquanta frequentando i corsi di girornalismo e cinema all'Università Internazionale Pro Deo e dedicandosi in particolare all’informazione nel campo del sociale.

Prima nel novarese e poi a Verbania, aveva scritto sui settimanali diocesani divenendone direttore nel 1964. Un impegno al quale era molto legato e che portò avanti fino al 2001. Da qualche anno era tornato nella casa di famiglia di Grignasco in seguito all’aggravarsi delle sue condizioni di salute. Uomo eclettico e attivo, era stato anche, nel 1967, direttore della Famiglia Studenti di Intra e, nel 1997 era riuscito a fondarvi una casa di ritrovo per anziani e un centro per il servizio pastorale, sociale, culturale, assistenziale e turistico del territorio. Dal 1989, inoltre, è stato vicepresidente della Federation internationale de la Presse d'Eglise, e membro del Forum permanente della Cei per il Progetto Culturale.

«Con Don Giuseppe Cacciami»,  ha dichiarato il Presidente del Consiglio regionale del Piemonte Valerio Cattaneo, «se ne va un attento e sensibile osservatore della realtà sociale, politica e culturale sia a livello locale che nazionale, nonché un giornalista capace di regale interessanti spunti di confronto e riflessione».

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo