logo san paolo
mercoledì 08 luglio 2020
 
 

Adolescenti, amori e amicizia più importanti dei congiunti

07/05/2020  Gli adolescenti si sono comportati con molta responsabilità durante il lockdown. Ma nel decreto sulla fase 2 sono stati dimenticati. Forse ora meriterebbero indicazioni chiare anti-contagio per poter rivedere in sicurezza non un “congiunto”, ma un amico del cuore o il proprio ragazzo o ragazza (di Alberto Pallai)

È cominciata la fase 2, in mezzo a mille dubbi. Deve essere difficile per chi ci governa capire che cosa permettere e che cosa vietare. La paura che nella fase 2 ci sia una riacutizzazione del contagio è più che concreta. Precauzione sembra essere la parola d’ordine. È più che comprensibile. Ma fermo restando che contenere il contagio il più possibile è la priorità numero uno, un pensiero specifico va rivolto agli adolescenti, che rappresentano forse la categoria meno vista. Infatti, sono stati inseriti nella generale e generica categoria dei minori, senza nessun tipo di distinguo per ciò che li riguarda. Il che significa che le aspettative sulla loro fase 2 sono identiche a quella riservate ai bambini della scuola primaria o ai preadolescenti.

Ma gli adolescenti hanno competenze e sono in grado di comportarsi in modo totalmente differente rispetto a bambini e preadolescenti. Se è vero che uso delle mascherine e distanziamento sociale rappresentano i due aspetti più rilevanti per il contenimento del contagio, gli adolescenti appartengono ad una fascia d’età che è perfettamente in grado di adempiere a tali obblighi di legge con totale consapevolezza e in piena autonomia. Inoltre, nella prima fase della pandemia, hanno dimostrato una responsabilità pressoche totale nei confronti degli obblighi di legge che da un giorno all’altro li hanno messi in lockdown, chiusi nelle loro stanze senza alcuno spazio d’azione. Si sono dimostrati non solo obbedienti, ma perfettamente consapevoli di quanto il loro comportamento avrebbe fatto la differenza nella diffusione del contagio. Si sono responsabilizzati e sensibilizzati nei loro social, promuovendo una serie di messaggi che hanno rappresentato un esempio di educazione tra pari, che nessun progetto gestito dagli adulti avrebbe saputo uguagliare in modo così efficace.

Noi genitori ci siamo preoccupati che non ce la facessero, presi dalla nostra ansia iperprotettiva. Ma giorno dopo giorno, i nostri figli ci hanno convinto a dismettere la nostra abitudine ad essere “mamme spazzaneve” e “papà elicottero”. Forse a loro oggi non serve far visita a un “congiunto”, ma a un amico del cuore, che per loro vale più di un tesoro, proprio come dice il proverbio. Potrebbero aver bisogno di riabbracciare il proprio ragazzo o ragazza: gli amori in adolescenza non sono questione da poco. Potrebbero organizzarsi con il loro coach della squadra che ne allena su un campo all’aperto due, tre o quattro per volta, rispettando le regole di distanziamento sociale. Per molte specialità sportive questo è più che possibile. Penso che sia fondamentale che loro sappiano che cosa è possibile fare e come farlo in sicurezza per sé e per la collettività. Se “responsabilità “ e “sacrificio” sono state le prime due parole che abbiamo rivolto a loro, in questo momento ne aggiungerei una terza: fiducia. Possiamo allearci con loro e loro possono allearsi fra loro. Penso che tutto questo diventi ancora più importante a partire da metà giugno. Finirà la scuola, avranno davanti un’estate intera da vivere in un modo completamente diverso da ciò che è sempre stato. Essere protagonisti attivi e visibili nella comunità rimanendo collaboratori competenti della prevenzione del contagio: questa è la sfida. E gli adolescenti possono riuscirci. Ma noi dobbiamo dare loro tre cose: regole chiare, fiducia e un patto di corresponsabilità.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%