Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 19 maggio 2024
 
 

Africa, se la conosci la ami

20/09/2010  Il Continente nero è al centro di "Tramedautore", che presenta il meglio della drammaturgia contemporanea. Obittivo: favorire l'accoglienza attraverso la conoscenza.

Tramedautore, Festival Internazionale della Nuova Drammaturgia creato da Outis, prosegue la scoperta del teatro africano, dedicando la decima edizione ad Algeria, Egitto, Libia, Marocco, Mauritania, Tunisia. «Caratteristica del festival - sottolinea la curatrice Angela Calicchio - è favorire l’accoglienza degli immigrati, attraverso la conoscenza di arte, civiltà, lingua di persone delle quali spesso vediamo solo la sofferenza di vivere in un paese straniero. È infatti importante aprirsi alla cultura degli altri luoghi del mondo.»

Così, tra debutti nazionali, internazionali, anteprime in lingua araba, con sovratitoli in italiano, il festival, in collaborazione con MED, progetto del Piccolo Teatro, diviene punto di incontro tra i popoli che si affacciano sul Mediterraneo per rafforzare i valori culturali comuni. Dopo il mediometraggio Il volo di Wim Wenders, favola in 3 D ambientata nella Calabria degli immigrati, sono da segnalare lo spettacolo tutto al femminile Silhouette de l’ombre, con la compagnia del Teatro Regionale algerino di Skikda, On the performance of being an arab, racconto del vissuto del regista egiziano El Attar, attraverso lettere al padre, Amnesia di Jaïbi ambientato tra i bassifondi della società tunisina, e due produzioni di Outis con compagnie multietniche (The Gazelles del libico Fagih e l’anteprima Lettera alle Corinzie dell’algerino Kacimi). In Sotto la tenda di El Hadiri i bambini scopriranno divertendosi le usanze del Marocco, mentre l’happening I racconti della Medina unirà il 25 settembre nel Chiostro del Teatro Grassi gli spettatori in una grande festa tradizionale con cantastorie, danzatrici, canti e degustazioni.

DOVE E QUANDO Tramedautore 2010, Teatro Grassi e Chiostro, Via Rovello 2 e Teatro Studio Via Rivoli 6, Milano. Dal 21 al 26 settembre e dal 15 al 17 ottobre. Info: 848/80.03.04; www.piccoloteatro.org; www.outis.it/tramedautore.php

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo