logo san paolo
sabato 11 luglio 2020
 
 

Al Festival Biblico alcune curiosità

24/05/2012  Modi "altri" di incontrare le Scritture: dal "pranzo della galera" alla degustazione di vini fino all'adorazione notturna.

Esiste anche un Festival un po' fuori dalle righe, per gli appassionati delle cose vere, quelle che non fanno molto rumore. Ma che colpiscono dritto al cuore. Così il Festival Biblico presenta alcune iniziative un po' fuori dal seminato: occorre sbatterci contro. Ma l'impatto non è doloroso. Anzi. «Avanzi di galera» è la manifestazione culinaria che ci farà conoscere come mangiano i detenuti in carcere. Grazie al Progetto Jonathan, una realtà del sociale che accoglie i detenuti in pena alternativa, sabato 26 maggio alle ore 13.15, nella Sala Opere Parrocchiali San Lazzaro (Via Da Palestrina, 82) sarà presentato un pranzo speciale aperto a tutti su prenotazione. Un pranzo in cui saranno gli stessi detenuti a fare da chef per un giorno, cucinenando per gli ospiti. Ottanta i posti disponibili (prenotare al numero 0444/933124). Il costo? Simbolico: solo 1,80 euro, la cifra che i detenuti pagano a fine pena per ogni giorno trascorso in carcere.

Venendo alla spiritualità, cosa c'è di meglio che cominciare la giornata pregando, nutrendo cioè lo spirito in attesa di nutrire la mente e il corpo con le tante offerte del festival durante la giornata? Appuntamento nella chiesa di Santo Stefano venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 alle ore 9.30: la comunità monastica femminile della Piccola famiglia e delle Pie discepole del Divin Maestro  offriranno un'animazione ricca di contenuti e di significativi silenzi. Altra proposta di tutto interesse è quella delle Sentinelle del Mattino, il gruppo per la nuova evangelizzazione fondato a Verona 10 anni da don Andrea Brugnoli per annunciare nei luoghi a prima vista più lontani - pub, discoteche e centri commerciali - il messaggio di gioia e di speranza che ci viene dal Risorto. Le Sentinelle animeranno una veglia di preghiera sabato 26 maggio a partire dalle ore 22 nella chiesa di San Gaetano, nel centralissimo Corso Palladio. Dalle ore 1 alle ore 7 della domenica seguente ci sarà una meditazione, «Passò la notte in preghiera», guidata dal sacerdote paolino don Giuseppe Berardi e da don Matteo Lucietto.

Passando dallo Spirito allo... spirito, una novità del Festival 2012 è offerta dal vino. Per gli appassionati del il vino sarà disponibile negli stand dello Spazio Incontri di Piazza Biade a Vicenza un assaggio di Vespaiolo Doc Breganze, vino bianco prodotto da uva Vespaiola, vitigno autoctono della zona di Breganze, a nord di Vicenza, ai piedi dell'Altopiano di Asiago. «La scelta del Vespaiolo va letta soprattutto nella rappresentatività territoriale del prodotto ed anche in funzione del periodo del Festival, cioè maggio, quando maggiore è la richiesta di vini bianchi freschi e sapidi», spiega Roberto Dellai della Cantina B. Bartolomeo di Breganze, «fornitore ufficiale» del Festival.

Infine spazio a un tema attuale, la violenza sulle donne. Un musicista e una teologa si schierano contro ogni sopruso al «femminile». Saranno il cantautore Luca Bassanese e la teologa e pastora battista Elizabeth Green ad alternarsi nella conversazione-concerto «Tergere lacrime amare», programmata per domenica 27 maggio alle ore 11 all’Oratorio del Gonfalone (Contrà Canneti, Vicenza). Appuntamento è in collaborazione con il Centro Studi Presenza Donna di Vicenza.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%