logo san paolo
martedì 16 agosto 2022
 
 

Al mese 12,5 euro in più per mangiare

01/06/2011  Lo sostiene l’Adoc, che prevede un aumento dei prezzi più sostenuto delle stime sull’inflazione diffuse ieri dall’Istat

Adoc contro Istat. Secondo l’associazione di consumatori è in arrivo «una vera e propria stangata alimentare per le famiglie italiane, che quest’anno saranno costrette a spendere 150 euro in più rispetto allo scorso anno (12,5 al mese)».  

I dati ufficiali. Stando alle stime preliminari diffuse ieri dall’Istituto nazionale di statistica, a maggio l’indice nazionale dei prezzi al consumo è aumentato solo dello 0,1 per cento rispetto ad aprile e del 2,6 per cento in confronto allo stesso mese del 2010 (leggi il comunicato).

«Rispetto allo scorso anno», dice Carlo Pileri, presidente dell’Adoc, «i prodotti alimentari sono rincarati, secondo le nostre stime, del 6 per cento, molto di più di quanto sostenuto dall’Istat». Per un totale, appunto, di 150 euro entro l’anno.  

Non solo cibo. “Come se non bastasse”, sottolinea ancora Pileri, “gli aumenti del prezzo dei carburanti (+200 euro a fine anno), energia (300 euro) e tassi d’interesse (216 euro) peseranno ulteriormente sull’economia delle famiglie”.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo