Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
martedì 28 maggio 2024
 
dossier
 

Al via Cannes: tre italiani e un superfilm

16/05/2023  La nostra guida al festival del cinema che parte oggi. Bellocchio, Rohrwacher e Moretti in concorso. Scorsese dirige DiCaprio e De Niro. Sembra un'edizione molto promettente...

Un'immagine del film di Martin Scorsese. In alto, il nuovo Indiana Jones.
Un'immagine del film di Martin Scorsese. In alto, il nuovo Indiana Jones.

AL VIA CANNES 2023

Si spengono le luci, si accendono gli schermi. La 76ma edizione del Festival di Cannes è ai nastri di partenza. Si apre il 16 maggio con Jeanne du Barry di Maïwenn, con Johnny Depp protagonista, e si chiude il 27 maggio con l’atteso nuovo film targato Disney Pixar Elemental, da noi nelle sale dal 21 giugno.

I FILM ITALIANI IN CONCORSO

Per l’Italia ci sono tre film in concorso: Rapito di Marco Bellocchio, La Chimera di Alice Rohrwacher e Il sol dell'avvenire di Nanni Moretti. Non accadeva dal 2015, quando a contendersi la Palma d’Oro furono Matteo Garrone, Paolo Sorrentino e anche allora Nanni Moretti.

Rapito narra di Edgardo Mortara, il bambino ebreo che fu tolto alla sua famiglia nel 1858 e affidato alla custodia di Papa Pio IX per essere educato alla fede cattolica.

La Chimera si svolge negli anni Ottanta, ed è ambientato nel mondo dei tombaroli e del traffico clandestino dei reperti archeologici.

Il sol dell'avvenire da noi è già al cinema ma, per il regolamento di Cannes può essere comunque presentato in gara sulla Croisette, perché distribuito solo nel Paese d’origine. Alla Mostra di Venezia non sarebbe stato possibile. Qui Moretti torna al centro dei suoi film e prende posizione, senza compromessi. Ironico, a volte cinico, non risparmia nessuno, compreso sé stesso.

I TITOLI PIù ATTESI

Tra i titoli più attesi: Killers of the Flower Moon di Martin Scorsese, con Leonardo DiCaprio e Robert de Niro. Sarà di sicuro protagonista ai prossimi Oscar, con una durata ipertrofica di 3 ore e 26 minuti. È l’evento che fa brillare Cannes 76. Ma non finisce qui. Harrison Ford torna a essere Indiana Jones in Indiana Jones e il Quadrante del Destino, quinto capitolo della saga senza Steven Spielberg. Dietro la macchina da presa c’è James Mangold.

Tanti i registi blasonati pronti a contendersi la Palma. Spicca Wes Anderson con Asteroid City, nuovamente in gara dopo avere partecipato nel 2021 con The French Dispatch. Il veterano Hirokazu Kore'eda presenta Monster, ambientato in Giappone. L’anno scorso aveva portato Le buone stelle - Broker, mentre nel 2018 ha vinto la Palma d'Oro con Un affare di famiglia. Ci saranno anche Ken Loach con The Old Oak, incentrato sul tema dell’immigrazione, e Wim Wenders con Perfect Days, di cui al momento non si sa molto, ma è tra i favoriti.

Sulla carta, sembra un’ottima edizione. Appuntamento sulla Croisette.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo