logo san paolo
sabato 19 giugno 2021
 
Siccità e cambiamenti climatici
 

Diventare "smart" per scongiurare il razionamento dell’acqua

26/07/2017  Per superare l’estate più siccitosa degli ultimi 60 anni ci vogliono interventi macroscopici. Ma anche la tecnologia digitale può aiutare. Dieci le regioni che hanno chiesto la stato di calamità naturale. Il parere dell’esperto del Cnr.

Il caldo continua a non dar tregua in tutta Italia e l’allarme siccità rimane elevato, nonostante le previsioni diano pioggia in arrivo. La situazione è critica particolarmente a Roma dove il Vaticano ha deciso di chiudere tutte le sue fontane per risparmiare acqua. La Sindaca Virginia Raggi ha indetto un vertice con i rappresentanti di Acea che si è tenuto ieri in Campidoglio, durante il quale si è deciso di creare una cabina di regia per scongiurare il razionamento dell’acqua. Periodi  di siccità si sono sempre verificati  nell’arco degli anni, per esempio nel 2001, nel  2003 e  nel  2007, l’unica differenza  di quest’anno si riferisce all’incremento delle temperature che  è particolarmente significativa, come spiega il dott. Vito Felice Uricchio, Direttore dell’Istituto di Ricerca sulle Acque (IRSA) del  Consiglio Nazionale delle Ricerche:  «Questa è stata la primavera più calda degli ultimi 60 anni ma anche il periodo più siccitoso, quindi queste due coincidenze hanno fatto in modo da creare delle situazioni di criticità. Direi che alla luce dei cambiamenti climatici, che ormai sono una realtà con cui dobbiamo confrontarci, anche gli obiettivi degli accordi di Parigi sono estremamente blandi rispetto a quanto si dovrebbe fare per cercare di contrastare efficacemente questo incremento».

In tutta la Penisola la mancanza di acqua ha già recato gravissimi danni all’agricoltura, al punto che almeno 10 Regioni stanno per chiedere lo stato di calamità naturale al Ministero delle Politiche agricole per attivare il Fondo di solidarietà nazionale. Ammontano infatti complessivamente ad oltre due miliardi di euro, secondo un'analisi di Coldiretti, i danni alle coltivazioni e agli allevamenti, mentre la produzione nazionale di latte è crollata del 15%.

Sempre secondo i dati diramati dalla Coldiretti il Lago di Garda è appena al 34,4% di riempimento del volume mentre il fiume Po al Ponte della Becca a Pavia a circa 3,5 metri sotto lo zero idrometrico.

Un problema di così grande portata richiede degli interventi a livello macroscopico specie in agricoltura, ma ci sono delle abitudini quotidiane che tutti possiamo adottare per evitare sprechi di acqua. «In questo la tecnologia offre tantissimi strumenti, dai regolatori di pressione sempre più efficaci  agli erogatori di acqua che vengono utilizzati in autostrada», aggiunge Uricchia. «Oggi possiamo monitorare qual è il nostro consumo attraverso dei piccoli dispositivi smart che possono darci un allarme se ci sono delle perdite o se i consumi non sono regolari, aiutandoci a intervenire sullo stile di vita. Altro sistema può essere quello dei contatori intelligenti, un sistema che abbiamo sviluppato con la ricerca  grazie al quale possiamo monitorare minuto per minuto qual è il consumo idrico nelle città e nei comuni. I contatori intelligenti regolano la pressione in base all’esigenza e sono in grado di accorgersi se ci sono furti d’acqua».

Oggi puoi leggere GRATIS Famiglia Cristiana, Benessere, Credere, Jesus, GBaby e il Giornalino! Per tutto il mese di agosto sarà possibile leggere gratuitamente queste riviste su smartphone, tablet o pc.

I vostri commenti
2
scrivi

Stai visualizzando  dei 2 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%
    PAROLA E PREGHIERA
    € 33,60 € 33,50
    VITA PASTORALE
    € 29,00
    GAZZETTA D'ALBA
    € 62,40 € 53,90 - 14%