Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 24 aprile 2024
 
ALLARME SMOG
 

Allarme smog, che fare: 10 consigli pratici

28/12/2015  I suggerimenti dell'Istituto superiore di sanità per affrontare l'allarme smog che nelle grandi città italiane sta mettendo a dura prova i cittadini. Anche loro però posso fare qualcosa per combatterlo.

Mentre nelle città italiane, tra i dibattiti e le polemiche spesso a sfondo politico e raramente scientifico, partono alcuni provvedimenti anti smog . Il tutto con notevole ritardo poiché è bene ricordare che a Milano, dove la situazione è particolarmente grave, si sta registrando un triste record: i giorni i giorni di superamento dei valori del Pm10 (le pericolose polveri sottili) hanno toccato quota 98 dall'inizio dell'anno. Il limite previsto dalla normativa, ricorda l'Arpa (Azienda Regionale per la protezione dell'ambiente), è non più di 35 giorni in un anno.

Oggi il capoluogo lombardo da quindi inizio al blocco totale del traffico tra le 10 e le 16. Altre città come Roma e Bergamo hanno adottato le targhe alterne e a Torino ci si è limitati a fornire agevolazioni dei mezzi pubblici.

E in attesa di una risoluzione e della pioggia è più che mai necessario che il piano di azioni pubbliche sia integrato dall'adozione di comportamenti individuali consapevoli e finalizzati alla riduzione sia dell'inquinamento sia dell'esposizione personale e della propria famiglia.

Ecco quindi i consigli basati anche sul buon senso e sul senso civico delle persone segnalati sul sito dell'Istituto superiore di sanità dal direttore del Dipartimento Ambiente.

1) Usare i mezzi pubblici ed evitare l'auto.

2) Se si deve usare l'auto, non viaggiare da soli.

3) Se non si hanno alternative all'auto, rallentare di almeno 10 km/h rispetto ai limiti di velocità;

4) Non parcheggiare in doppia fila: creare un ingorgo aumenta anche l'esposizione all'inquinamento; 

5) Controllare che il riscaldamento sia spento prima di andarsene dall'ufficio;

6) Chiudere il riscaldamento di casa se si va in vacanza;

7) Abbassare il riscaldamento di 1-2 gradi e mettere un maglione in più quando si sta in casa;
  
8) Limitare l'uso della legna per il riscaldamento.

9) Limitare le attività ricreative, sportive e di gioco all'aria aperta

10) Tenere al riparo bambini, anziani e chi è affetto da patologie respiratorie e cardiovascolari nelle ore di maggior traffico.

Multimedia
Milano, sei ore al giorno senza automobili
Correlati
I vostri commenti
3

Stai visualizzando  dei 3 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo