logo san paolo
lunedì 15 agosto 2022
 
 

Allevi: la mia musica per i bambini

08/12/2013  Il compositore, fresco autore di Christmas for you, diventa testimonial di Save the Children per la campagna Every one contro la mortalità infantile.

«Ci siamo cercati e ci siamo trovati». Giovanni Allevi parla del suo sodalizio con Save the children che lo ha nominato Ambassador nel mondo 2014 a sostegno delle iniziative contro la mortalità infantile. «Intanto ho cominciato con questo album, Christmas for you: un progetto che è centrato sulla figura dei bambini nella speranza di regalare loro calore e serenità attraverso la musica. Una parte dei proventi di questo disco andranno a Save the children. E poi sarò Ambasciatore dell'organizzazione, in particolare sulla campagna Every one, che si occupa della salvaguardia e della tutela dei bambini sotto i cinque anni per evitare il grande problema della mortalità infantile nel mondo».
Una sensibilità che Allevi ha sempre avuto, «ma poi quando si diventa papà e vedi questi occhietti che ti guardano non puoi rimanere indifferente, ti senti ancora più coinvolto dai problemi dei bambini. Per mio figlio, per il suo primo Natale ho scritto la ninna nanna che dà il titolo all'album nella speranza che la mia musica possa regalare a tutti i bambini e alle loro famiglie vicinanza e affetto».
Nell'album anche l'Ave Maria che il compositore ha suonato, prima ancora dell'uscita dell'album, in piazza San Pietro, davanti al Papa. «Era l'incontro mondiale delle famiglie» , conclude Allevi, «e ho avuto l'onore di suonare l’Ave Maria che per me ha un significato molto forte, significa portare l’accento sulla figura della mamma e della donna in particolare che, in un momento di difficoltà come quello che stiamo vivendo resta un esempio luminoso di amore incondizionato».

I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo