logo san paolo
domenica 17 ottobre 2021
 
 

Estate, talent scout in agguato

25/06/2012  L'estate è il periodo dei casting di "X factor", "Amici" e "Veline", e sono migliaia i giovani che cercano la grande occasione.

Dopo i pre casting di Bari, Milano e Roma, le audizioni di X Factor 2012 sono sbarcate a Rimini. Nella foto, da sinistra a destra, i giudici Elio, Simona Ventura, Morgan, Arisa. (foto ANSA)
Dopo i pre casting di Bari, Milano e Roma, le audizioni di X Factor 2012 sono sbarcate a Rimini. Nella foto, da sinistra a destra, i giudici Elio, Simona Ventura, Morgan, Arisa. (foto ANSA)

Il caldo, l’estate, gli esami, la crisi: quasi tutto nel nostro paese soffre del complesso dello spread. Quasi per reazione, dunque, i talent scout stanno godendo un momento di grande spolvero coinvolgendo lungo tutto lo Stivale centinaia di migliaia di ragazzi che cercano una vetrina dalla quale spiccare il volo verso un futuro più rassicurante.

Illusioni, certo, ma almeno sono quasi gratis. Non importa se poi, per la maggioranza di loro la delusione sarà altrettanto grande. Subito dopo si cercherà un’altra occasione, L’OCCASIONE per voltare pagina. Tre sono le proposte per un futuro “di sogno”: gareggiare a X Factor, partecipare ad Amici, vincere il concorso di Veline. Dunque da settimane ormai quelli di Sky, che hanno ereditato X Factor da Raidue, che l’aveva sospesa per mancanza di fondi, dragano lo stivale da Andria, grosso centro della Puglia, a Rimini, sino a Milano; decine di migliaia di ragazzi - se minorenni devono presentarsi con i genitori - hanno preso d’assalto i luoghi dove erano fissati i provini. Una vera folla, se si aggiunge agli aspiranti artisti la curiosità di chi vuole assistere come pubblico, sognando per una volta di essere dentro lo schermo magico che crea illusioni e piccoli drammi.

Anche per essere pubblico, dunque, bisogna chiedere l’iscrizione, ma questo succede, anche se con molte meno richieste, per la maggioranza dei programmi televisivi. X Factor su Sky ha avuto maggiori consensi che sulla Rai, ma il bombardamento mediatico è stato al limite della sopportazione. Dunque col loro tesoretto di fan, Simona Ventura, Arisa, Elio e Morgan riprenderanno posto dietro il banchetto della “sacra inquisizione” alla caccia di quel fattore X che rappresenta il talento.

In passato da X Factor sono balzati alla ribalta Giusy Ferreri e Noemi, ma nessuno aveva vinto, salvo Marco Mengoni, considerato un talento ancora in cerca di un posizionamento nel mondo della musica. La vincitrice della prima edizione targata Sky, la sedicenne Francesca Michielin da Bassano del Grappa, di talento sembrava averne, ma per ora si sono perse le sue tracce. La rivedremo alla ripresa della nuova gara.

Maria De Filippi ospita Roberto Vecchioni durante la finale del programma 'Amici' il 6 marzo 2011. (foto ANSA)
Maria De Filippi ospita Roberto Vecchioni durante la finale del programma 'Amici' il 6 marzo 2011. (foto ANSA)

E passiamo ad Amici, ormai entrato nell’immaginario collettivo di chi coltiva ambizioni artistiche. Da giugno sino al primo luglio, negli studi Elios di Roma, dalle 7 alle 17 ogni giorno sono ammessi millecinquecento “provinandi”. E tanto per complicare le cose, quest’anno non ci saranno solo cantanti e ballerini, ma ciascuna delle due categorie dovrà dimostrare di poter interagire con il genere non scelto. E non saranno esclusi nemmeno gli aspiranti cantanti lirici.

Anche qui bisogna essere maggiorenni o, in caso contrario, arrivare con i genitori al seguito. Ma Maria De Filippi, ormai sempre più regina dello show business, è un’attrazione fatale per chi vuol tentare di fare spettacolo: del resto parlano chiaro i nomi di Marco Carta, Valerio Scanu, Emma, Annalisa Scarrone e, soprattutto, di Alessandra Amoroso, che prendendosi il tempo necessario, oggi è la migliore di tutte. Amici fa vincere una scrittura con una casa discografica e assicura per lo meno quel quarto d’ora di popolarità che, secondo Andy Warhol, nella vita tutti abbiamo a disposizione.

L'incoronazione delle vincitrici della passatta edizione di "Veline", Federica Nargi e Costanza Caracciolo, con il conduttore Ezio Greggio. (foto ANSA)
L'incoronazione delle vincitrici della passatta edizione di "Veline", Federica Nargi e Costanza Caracciolo, con il conduttore Ezio Greggio. (foto ANSA)

Infine c’è Veline, programma per selezionare le vituperate ballerine da molti scambiate per la causa di (quasi) tutti i mali del mondo. Una carovana sta percorrendo l’Italia - partendo da Ostuni - per presentare le candidate ogni sera a una piazza stracolma di parenti e amici curiosi di vedere all’opera Ezio Greggio, astuto conduttore di uno spettacolo certamente kitsch, con tanto di stacchetti e di un personaggio che quelli di Striscia adoperano quando è il caso di toccare il fondo, il maestro Pavarotto.

Poi ci sono le ragazze, una sera tutte more, un’altra tutte bionde. Sono studentesse universitarie, liceali laureande per lo più in Scienze della comunicazione. Altre hanno un lavoro che debolmente pensano di mantenere. Le veline sono per Antonio Ricci una sfida continua. Ritiene che il linciaggio mediatico nei loro confronti sia pretestuoso, soprattutto se si considera che quello che poi fanno durante la trasmissione è assolutamente innocente, in confronto ad altri comportamenti in altre trasmissioni.

«Certo - mi ha detto - sarebbe bello dire che cerchiamo le ragazze della porta accanto, ma oggi hanno cambiato pelle, sono sveglie, volitive, ambiziose e così vogliono provare l’emozione di essere una velina». Comunque la selezione è molto seria. Le ragazze che si sono presentate sono 2.500, dopo la prima scrematura diventeranno 432 ma ci saranno dei ripescaggi. La redazione incontrerà ciascuna del gruppo delle prescelte ma anche i loro genitori. Le possibilità di qualche “sbandamento” è sempre possibile, ma in quel caso quelli di Striscia sono inflessibili e chi esce dai canoni di serietà deve lasciare anche la trasmissione. Infatti da quando ci sono le veline mai nessuno scandalo le ha coinvolte.

Una volta scaduto il contratto ognuna è libera delle sue scelte. Una velina guadagna 3.000 euro lordi al mese, non è poco, ma è occupata tutto il giorno da lunedì a sabato con appendici straordinarie per girare gli spot degli sponsor. Sono precarie di lusso ma devono trovarsi casa a Milano, e quasi sempre affittano insieme un piccolo appartamento. Personalmente le ho incontrate al supermercato a fare la spesa. Certo devono avere la testa sulle spalle, non fidarsi di chi promette loro la luna. Comunque qualsiasi occasione capiti durante la trasmissione deve essere vagliata e approvata da una redazione che le difende con arcigna consapevolezza.

Recentemente uno studio dell’Università Bocconi di Milano ha pubblicato un saggio intitolato: La rilevanza sociale, culturale ed economica di Striscia la notizia. Dalla nascita a oggi. Vi sono segnalati tutti gli interventi di Striscia nei confronti del sociale, il suo ruolo di “aiutante”per le istituzioni e le forze dell’ordine e infine il riconoscimento di aver rinnovato il linguaggio televisivo. Le veline? Una piacevole digressione sulla bellezza.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%