Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
venerdì 24 maggio 2024
 
 

“Amoris laetitia”: un inno alla gioia per ritrovare le ragioni dell’amore

14/04/2016  Nella nuova Esortazione apostolica, allegata al numero di Famiglia Cristiana di questa settimana, papa Francesco fa una sintesi dei lavori sinodali e dà indicazioni che tengono conto delle situazioni reali delle famiglie. Tutte

È un inno alla gioia, fin dal titolo, l’Esortazione post-sinodale di papa Francesco. Amoris laetitia usa il registro della Evangelii gaudium per ricordare che l’amore non è un obbligo o una costrizione, che la dottrina serve la grazia, che nessuna famiglia è una realtà perfetta e confezionata una volta per sempre. E che, tuttavia, nella sua fecondità essa è via attraverso la quale si sviluppa la storia della salvezza, immagine stessa del Dio creatore.

Un linguaggio poetico, ma con i piedi per terra, un testo semplice da leggere (lungo 325 numeri e 391 note), da consultare all’occorrenza, come dice lo stesso Bergoglio, per ritrovarvi la propria vita quotidiana, le fatiche e la fragilità, ma anche la bellezza di un cammino che fa crescere.

Papa Francesco fa sintesi dei lavori sinodali e propone dei percorsi pastorali che tengono conto delle situazioni concrete di ciascuna famiglia. Sulla scia del Concilio e del principio di gradualità, il Papa non propone una nuova dottrina applicabile in tutti i casi, ma chiede un discernimento, forse più faticoso, perché chiama in causa la responsabilità di ciascuno e l’uso della propria coscienza. Consapevole che «l’amore matrimoniale non si custodisce prima di tutto parlando dell’indissolubilità come di un obbligo, o ripetendo una dottrina, ma fortificandolo grazie a una crescita costante sotto l’impulso della grazia», il Papa chiama a coltivare sentimenti, emozioni e passioni, a crescere «corrispondendo alla grazia divina mediante più atti di amore, con atti di affetto più frequenti, più intensi, più generosi, più teneri, più allegri».

L’Esortazione è molto di più del manuale che, forse, qualcuno si aspettava per capire se i divorziati risposati possano accedere ai sacramenti, o se le coppie conviventi – etero o omosessuali che siano – possano stare dentro la Chiesa. È, invece, una traccia per ritrovare le ragioni del proprio amore e il senso delle proprie scelte.  Un testo da portare con sé e leggere con calma. Nella speranza, come auspica il Papa, che «ognuno, attraverso la lettura, si senta chiamato a prendersi cura con amore della vita delle famiglie perché esse non sono un problema, sono principalmente un’opportunità».

Scopri Amoris Laetitia, l'esortazione del Papa in allegato con FC e su Edicolasanpaolo.it a soli 2,90 euro

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo